Brunetta incatenato contro la discarica a Falcognana: «Contro gli interessi dei cittadini e la legge»

Rifiuti a Roma, Brunetta incatenato contro la discarica a Falcognana: «Contro gli interessi dei cittadini e la legge»

Renato Brunetta (Forza Italia) si è incatenato al cancello di un'azienda in zona Falcognana a Roma per contrastare l'ipotesi di una nuova discarica in questo sito, non distante dal santuario del Divino Amore.

«Se il mio amico Matteo Salvini ha bloccato i camion a Civitavecchia, io li bloccherò a Falcognana - ha scritto su Facebook Brunetta -. Dopo 6 anni siamo di nuovo in piazza per dire no all'ipotesi di discarica a #Falcognana. Una scelta che deriva dall'incapacità e dall'inerzia del Comune e della Regione, costruita contro gli interessi dei cittadini e contro la legge».

 
 


Non è la prima volta, infatti, che si parla di realizzare la nuova discarica di Roma a Falcognana e, quando accadde in passato, questa eventualità suscitò forti proteste nella zona. Brunetta aveva preannunciato sui social che sarebbe stato insieme ad altri manifestanti all'ingresso dell'Ecofer «per dire no alla Discarica Divino Amore. Il Governo affronti l'emergenza rifiuti a Roma, garantendo il rispetto delle normative e la tutela della salute dei cittadini».
Domenica 1 Dicembre 2019, 10:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA