Roma, bar a Ottavia “quartier generale” dei narcos organizzati su WhatsApp. Maxi sequestro della polizia di Primavalle
di Emilio Orlando

Roma, bar a Ottavia “quartier generale” dei narcos organizzati su WhatsApp. Maxi sequestro della polizia di Primavalle

«Butta tutto», era il messaggio che rimbalzava sul gruppo di Instagram, creato dai narcotrafficanti, quando arrivava la polizia. A tradire i quattro arrestati, che organizzavano i loschi traffico nel locale “Bar collo ma non mollo”, nel cuore del quartiere Ottavia a Roma, finito al centro di un'altra vicenda legata ad un importante sequestro di droga in cui veniva impiegata per il trasporto dello stupefacente un'autovettura del corpo diplomatico, l'eccessiva sicurezza con cui incontravano i compratori al dettaglio che prima di pagare il carico facevano il cosiddetto “assaggio”. I detective di Tiziana Lorenzo del distretto di polizia di Primavalle, che seguivano a distanza Angelo Ricciardi, Sergio Gianlucca Lopez Custodio e Giulio Ferranti, li hanno arrestati mentre stavano effettuando lo scambio di 9 chili di hashish e marjuana.

Roma, trasportava i carichi di droga con l’auto dell’ambasciata: diplomatico in manette

 

 

GOMORRA AL QUARTACCIO

Parte dello stupefacente recuperato dai poliziotti era nascosto dentro un canneto. I quattro, ciascuno dei quali occupava un ruolo come quello di vedette, autista, “retta” e “cavallino” sono stati processati per direttissima nelle aule della seconda sezione penale del tribunale di piazzale Clodio. Il giudice Riccardo Rizzi, ha convalidato gli arresti ed il sequestro della sostanza. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Aprile 2021, 09:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA