Roma, assembramenti e pochi controlli nelle vie dello shopping al centro e non solo
di Flavia Scicchitano

Roma, assembramenti e pochi controlli nelle vie dello shopping al centro e non solo

Folla e assembramenti nelle vie dello shopping nel primo black friday dell'epoca Covid. In vista del Natale, nel fine settimana degli sconti, i romani si sono riversati nei negozi a caccia di affari. Dal centro storico a Prati, a viale Marconi, al Tuscolano, calca e resse hanno riguardato ogni quartiere della città. E a sorvegliare è arrivata anche la Protezione civile. 

 


Un'ordinanza del questore di Roma ha disposto per l'intero weekend servizi dedicati al rispetto del distanziamento sociale e all'uso dei dispositivi di protezione individuale, come previsto nell'ultimo dpcm e concordato in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Eppure, tra sabato e domenica, le strade di Roma sono state prese d'assalto. L'attenzione è stata rivolta in particolare alle zone del centro storico, al Tridente, e all'area compresa tra via Cola di Rienzo, viale Giulio Cesare e piazza Risorgimento, i luoghi più frequentati per shopping e turismo.

 


Gli agenti della Polizia di Stato sono stati affiancati dalla Polizia di Roma Capitale, dalla Guardia di Finanza, dai Carabinieri e dalla Protezione civile: per evitare il crearsi di assembramenti l'accesso in alcune vie o piazze è stato filtrato o interdetto anche attraverso l'uso di transenne. Per disperdere la folla la Polizia locale ha disposto anche la momentanea chiusura delle principali piazze di Trastevere e del centro, nel Rione Monti e al Pigneto. Isolamenti temporanei hanno interessato anche alcune piazze e parchi nei quartieri Prenestino, Casilino, Appio e Tuscolano. Gli stessi controlli sono stati estesi alle aree verdi, a Villa Borghese e Villa Ada, e lungo il litorale romano per evitare assembramenti e resse: in questo caso sono state impegnate anche pattuglie a cavallo e bikers.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Novembre 2020, 09:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA