Rifiuti Roma, Campidoglio: «Nessuna pressione, bilancio Ama violava le norme»

Rifiuti Roma, Campidoglio: «Nessuna pressione, bilancio Ama violava le norme»

«Il bilancio Ama proposto dall'ex ad Lorenzo Bagnacani non poteva essere approvato dal socio Roma Capitale e, quindi, dalla Giunta. Il ragioniere generale, il direttore generale, il segretario generale, l'assessore al Bilancio e tutti i dipartimenti competenti hanno certificato l'assoluta mancanza di possibilità di riconoscere il credito inserito nel progetto di bilancio caldeggiato dall'ex ad», scrive in una nota il Campidoglio.

E ancora:
«Non c'è stata quindi alcuna pressione ma la semplice applicazione delle norme. Inoltre, si sottolinea che più volte nel corso dello scorso anno Roma Capitale ha sollecitato la revisione del progetto di bilancio e delle voci segnalate dagli organi preposti e dal collegio dei revisori dei conti della stessa Ama. L'approvazione di quel bilancio non avrebbe rispettato la legge e avrebbe condotto al pagamento di premi per lo stesso ad, i dirigenti e i dipendenti».
Giovedì 18 Aprile 2019, 17:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA