Raul Moro, terrore per l'attaccante della Lazio: picchiato e rapinato da finti poliziotti con un fucile a pompa

Raul Moro, terrore per l'attaccante della Lazio: picchiato e rapinato da finti poliziotti con un fucile a pompa

di Emilio Orlando

Il calciatore della Lazio Raul Moro è stato picchiato, insieme al padre, e rapinato dell'auto ieri sera poco dopo le 23 sul Gra di Roma. Quattro uomini armati di fucile a pompa si sono finti poliziotti, mostrando una paletta simile a quella in uso alle forze dell'ordine, e hanno bloccato la Mercedes classe A su cui viaggiavano il calciatore 20enne e il padre all'altezza del km 26. Dopo averli picchiati, sono fuggiti con la loro auto.

Tenta di uccidere ragazzina di 16 anni conosciuta sui social: arrestato pugile 32enne

Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale, i falchi della Squadra mobile di Roma e i poliziotti del distretto Fidene e delle Volanti. Raul Moro e il padre sono stati soccorsi dal 118 e trasportati in codice giallo al Casilino. Polizia e carabinieri non escludono che il commando che ha messo a segno la rapina possa essere lo stesso che la scorsa settimana ha rapinato una coppia di coniugi sul tratto urbano della A24, all'altezza di via Collatina.


Ultimo aggiornamento: Sabato 2 Aprile 2022, 16:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA