Coreografia magica per i Pink Floyd e Syd Barrett rivive al teatro Olimpico
di Paolo Travisi

Pink Floyd, coreografia magica. E Syd Barrett rivive al teatro Olimpico

Folgorato da quel sound psichedelico ed ipnotico della musica dei Pink Floyd, è probabile che l’idea di un’opera rock così complessa ed ambiziosa, abbia iniziato a sedimentarsi negli anni giovanili, nella mente del regista e coreografo Micha Van Hoecke



Idea, che poi si è trasformata molti anni dopo in Shine Pink Floyd Moon, un progetto che fonde le canzoni della leggendaria band inglese, alle coreografie eseguite dai ballerini della Compagnia Daniele Cipriani. E sul palco, dal vivo, suonano i Pink Floyd Legend, il gruppo italiano guidato da Fabio Castaldi, che riproduce fedelmente le canzoni dei loro miti, e che nel 2015 raggiunse l’apice con una performance ad Anzio, alla presenza di Roger Waters. Lo spettacolo, al Teatro Olimpico, che rientra nelle Giornate della Danza dell’Accademia Filarmonica Romana, è stato sviluppato dal suo creatore, partendo da un brano celeberrimo: Shine on you crazy diamond, che Waters, Mason, Wright e Gilmour, dedicarono a Syd Barrett, il fondatore della band, che si ritirò poco dopo gli inizi, per seri problemi mentali. In Shine, Barrett vive di una doppia rappresentazione scenica, che lega il suo passato ad un presente ideale. Interpretato da Denys Ganio, già étoile del Balletto di Marsiglia, che nel 1973 ballò sulle note dei veri Pink Floyd e da Mattia Tortora, una sorta di alter ego giovanile, affiancato sul palco da solisti e corpo di ballo in uno spettacolo che miscela musiche, luci, laser, videoproiezioni e danze psichedeliche.



Nel viaggio creato dal coreografo russo-belga, la Luna ha un posto d’onore, si trova al centro della scena. E’ insieme sfondo e protagonista di un mondo surreale, di cui viene esplorato non solo il suo “dark side” il lato oscuro, quello dove Syd Barrett si è perso, ma anche quello luminoso, creativo, ispiratore di artisti sin dalla notte dei tempi. «È la mia autobiografia che racconta anche la vita di ogni uomo - spiega Micha Van Hoecke - Le nostre vite procedono a cicli, con un movimento circolare come la musica, la danza delle stelle e la rotazione della Luna».
Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Febbraio 2020, 08:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA