Papa Francesco incontra la famiglia rom di Casal Bruciato, gli haters lo bombardano di insulti: «Razzista verso gli italiani»

di Simone Pierini
«Un Papa razzista verso gli italiani». Insulti irripetibili, parolacce senza filtro. Gli haters hanno iniziato a bombardare addirittura Papa Francesco colpevole di aver incontrato la famiglia rom di Casal Bruciato«Prego per voi, vi sono vicino. Soffro per quanto vi è capitato, questa non è civiltà», aveva detto Bergoglio. Civiltà che non ha ricevuto nemmeno lui dal popolo della rete che non ha alcuna intenzione di accettare la sua scelta. 

Il Papa incontra la famiglia contestata: «Dovete resistere»​

Casal Bruciato, la mamma della famiglia rom: «Perdono chi mi ha detto quelle cose, ora voglio fare una festa»



«Per favore non dategli del santo a questo serpe e impostore. Il vero Papa è Benedetto che i delinquenti dell'elite hanno fatto fuori», scrive un utente su Facebook. E ancora: «Ti sei guadagnato il nostro rispetto con le parabole, Satana in confronto a te è un pischello». L'odio verso l'iniziativa del Pontefice è senza limiti e sono in molti a rimpiangere il dimissionario Ratzinger: «Il Papa è vivo, si chiama Ratzinger. Questo chi è?»

A nulla quindi è servito il richiamo di Bergoglio a «lasciarsi dietro il rancore. Il rancore ammala tutto, ammala la famiglia. Ti porta alla vendetta, ma la vendetta io credo che non l'avete inventata voi. In Italia ci sono organizzazioni che sono maestre di vendetta, voi mi capite bene. Un gruppo di gente che è capace di creare la vendetta, di vivere l'omertà: questo è un gruppo di gente delinquente, non gente che vuole lavorare».

Perché, sempre citando le parole di Papa Francesco, «il problema è di distanza tra la mente e il cuore».

 
Venerdì 10 Maggio 2019, 20:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA