Ostia, blitz all'alba nel palazzo di Roberto Spada e nei fortini dei clan: sequestrati droga e armi, diversi arresti

Video

di Mirko Polisano
Ostia Nuova si è svegliata con i blindati in strada questa mattina. Una vasta operazione della polizia ha preso il via alle prime ore dell'alba in piazza Gasparri, feudo dei clan. Centinaia di agenti in assetto anti sommossa hanno effettuato diverse perquisizioni in abitazioni private.

 
 


E' la prima risposta dello Stato alla scia di sangue e fuoco che si è registrata a Ostia negli ultimi giorni: prima la gambizzazione all'interno di una pizzeria in via delle Canarie dove è stato ferito il nipote di Fasciani, poi sabato sera il doppio avvertimento alle case degli Spada, Silvano e Giuliano, cugini di Roberto, secondo i pm il reggente del clan, responsabile della testata al giornalista di Nemo e attualmente rinchiuso nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo.

I poliziotti della Squadra Mobile e del commissariato Lido da questa mattina hanno sequestrato dosi di droga (hashish e cocaina) e anche un quantitativo di armi. Gli agenti stanno anche procedendo agli arresti. L'operazione è in corso.

BLITZ IN PALAZZO ROBERTO SPADA Perquisizioni nel palazzo di Ostia dove abitava Roberto Spada, arrestato nei giorni scorsi per la testata a un giornalista della Rai. Polizia e carabinieri, nell'ambito del servizio di controllo straordinario scattato stamattina, hanno controllato l'edificio dove viveva l'esponente della famiglia Spada prima dell'arresto. Nel corso dell'operazione inoltre sarebbero stati trovati e sequestrati armi e droga. Secondo quanto si è appreso, sarebbero state fermate alcune persone la cui posizione è al vaglio.

Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Novembre 2017, 19:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA