Non riesce ad aprire l'attività, commerciante si suicida. La moglie lo trova impiccato nel suo bar
di Danilo Barbagallo

Non riesce ad aprire l'attività, commerciante si suicida. La moglie lo trova impiccato nel suo bar

Non riesce ad aprire al sua attività e si toglie la vita. Un commerciante di 52 anni si è suicidato ed è stato trovato dalla moglie, che allarmata per la sua assenza aveva chiamato i soccorsi, impiccato all’interno del suo bar situato in zona Tiburtina a Roma.

 

Leggi anche > Torino choc, guardia giurata uccide la moglie: «Separati da alcuni mesi»

 

 

 

 

 

Un commerciante si toglie la vita: non riusciva ad aprire il suo bar

 

 

Un commerciante di 52 anni si è tolto la vita all’interno del suo bar, situato in zona Tiburtina a Roma. A fare la triste scoperta proprio la moglie che, allarmata perché non aveva sue notizie già da prima mattina, verso mezzogiorno ha chiamato la polizia, che è intervento sul posto assieme alla Scientifica per i rilievi. L’uomo è deceduto dopo essersi impiccato a una scala all’interno del suo locale e sembra che alla base del suo gesto possa esserci la disperazione per non aver potuto aprire la sua attività, rilevata lo scorso anno. Le indagini sono iniziate e si scava anche nel suo passato, per capire se in precedenza l’uomo avesse già manifestato l’intenzione di togliersi la vita.


Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Maggio 2021, 10:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA