Nobile denuncia una modella: «Con me solo per i soldi». Conti svuotati tra auto, viaggi e carte di credito

Nobile denuncia una modella: «Con me solo per i soldi». Conti svuotati tra auto, viaggi e carte di credito

Lui 52 anni, lei 36: lui un nobile romano di mezza età, lei una bionda dell'est Europa, praticamente una modella. Ma dietro la loro storia d'amore, come a volte accade, c'era dell'interesse, di cui l'uomo si è reso conto un po' troppo tardi, almeno stando al suo racconto al quotidiano Il Messaggero. Il nobile sarebbe infatti stato circuito dalla donna: e ora la accusa di averlo manipolato, di aver usato indebitamente la sua carta di credito e di essersi messa con lui solo per i soldi.

Charlene di Monaco tradita da Alberto? Il crollo definitivo e la presunta gravidanza

Tra i regali fatti alla donna, nel nome dell'amore, spese enormi: viaggi in hotel extralusso, una Mercedes da 80mila euro, un Bed and Breakfast da 50mila euro, una casa in affitto a piazza di Spagna, bonifici da decine di migliaia di euro. I due, scrive Giuseppe Scarpa sul Messaggero, si erano conosciuti a ottobre 2019 in un famoso locale di Roma: dopo la felicità iniziale, il conto inizia a svuotarsi, e il nobile inizia a chiedersi se quella relazione sia basata sul sentimento o sul denaro, spiega l'avvocato della vittima, Armando Fergola.

Cogne, Annamaria Franzoni torna nella villa dell'omicidio: festa e fuochi d'artificio

Milano, San Diego, Beverly Hills, Monte Carlo, Cannes, Svizzera, Maldive, Dubai, Argentario, Ponza i luoghi delle loro vacanze, pagate sempre da lui, dove «la donna chiedeva di alloggiare in alberghi di lusso». Oltre ai viaggi, i bonifici (80mila euro in tutto), un'auto di lusso (una Mercedes Gle d4matic da 82mila euro), l'acquisto di un B&B voluto da lei, e l'uso smodato di carte di credito, e addirittura transazioni verso un conto intestato a se stessa per un importo di 42mila dollari. «Le capacità manipolative di questa persona - spiega l'avvocato Fergola - rivolte ad una persona già fragile caratterialmente le hanno consentito di percepire un profitto illegittimo attraverso condotte penalmente rilevanti». 

«Sei un uomo senza cervello. La donna è un fiore che deve essere protetta e venerata ogni secondo. Io sono così bella e giovane e devo subire questo schifo», alcuni messaggi che la donna gli inviava. «Scusa, sarò profondo con le scuse. Lunedì mattina vado in banca e pago la macchina, l'affitto è pure pagato, sarò un pezzo di m... ma ti amo. Tu sei un fiore», rispondeva lui. Adesso, conclude Il Messaggero, sarà la procura ad occuparsi del caso. Ascoltando anche la versione della donna.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 7 Gennaio 2022, 14:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA