Meteo, sull'Italia torna il maltempo: allerta massima in Liguria e scuole chiuse. Attesi temporali dal Veneto a Roma

Meteo, sull'Italia torna il maltempo: allerta massima in Liguria e scuola chiuse. Attesi temporali dal Veneto a Roma

Il maltempo torna a colpire l'Italia: già dalle prossime ore, le regioni settentrionali saranno investite da fenomeni temporaleschi e le temperature inizieranno a calare un po' ovunque, tornando in linea con la media stagionale. Allerta massima in Liguria già da stasera.

Leggi anche > Meteo, le previsioni: da lunedì piogge e brusco calo termico, arriva l'autunno​



ALLERTA IN LIGURIA, SCUOLE CHIUSE E SEDUTA CONSIGLIO RINVIATA
È imminente un'intensa fase di maltempo tipicamente autunnale che interesserà tutta la Liguria. Per questo la protezione civile ha emanato l'allerta meteo per temporali che sarà gialla fino alle 22 di oggi. Ma mentre nell'Imperiese rimarrà allerta gialla fino alle 15 di domani, sulle altre zone è stato elevato il livello di rischio a arancione fino alle 15 di domani quando tornerà giallo. In considerazione dell'allerta arancione, quasi tutti i sindaci dei comuni del centro-Levante Ligure hanno firmato ordinanze di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado: gli studenti di Savona, Arenzano, di Chiavari e S.Margherita, Rapallo (in generale tutti quelli del Tigullio) e in molti comuni dello Spezzino non andranno a scuola. La fine dell'allerta è prevista per le 18 di domani.

Sono previsti anche venti tra Sud-Est e Sud-Ovest in rinforzo fino a 50-60 km/h con raffiche oltre i 100-120 km/h sui crinali di tutte le zone. A causa dell'allerta meteo arancione per temporali che da questa notte fino alle 15 di domani interesserà la Liguria di centro-levante è stata rinviata la seduta del Consiglio regionale che era stata fissata per domani a partire dalle 10. «Viste le previsioni meteo e le preoccupazioni manifestatemi da vari capigruppo ho deciso di rinviare la seduta del Consiglio», ha detto all'ANSA il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana.


La situazione dovrebbe tornare alla normalità dalla giornata di giovedì, con un progressivo miglioramento del tempo da Nord a Sud. Nel week-end, però, sono previste altre piogge, specialmente nelle regioni settentrionali e tirreniche: la giornata con le precipitazioni intense dovrebbe essere quella di sabato.
 

DA DOMANI ALLERTA GIALLA A ROMA
«Il Centro funzionale regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione civile ha emesso oggi un avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal primo pomeriggio di domani, martedì 15 ottobre e per le successive 9-12 ore si prevedono sul Lazio: precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale specie sui settori settentrionali e costieri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento».

Lo comunica la Protezione civile del Lazio. Il Centro funzionale regionale «ha emesso un bollettino di criticità idrogeologica e idraulica che riporta una valutazione di criticità codice giallo per rischio idrogeologico per temporali sulle seguenti zone di allerta del Lazio: bacini costieri Nord, bacino medio Tevere, Roma e bacini costieri Sud. La Sala operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l'allertamento del Sistema di Protezione civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine .- conclude la nota - che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione Civile

ATTESE PRECIPITAZIONI INTENSE SUL VENETO
Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto ha emesso un avviso di criticità idrogeologica ed idraulica, decretando lo stato di attenzione a partire dalle ore 14 di martedì 15 ottobre fino alle ore 8 del 16 ottobre per quanto riguarda le zone Piave Pedemontano, Alto Brenta - Bacchiglione - Alpone, Adige - Garda e Monti Lessini. Le previsioni meteo di Arpav indicano infatti che tra il pomeriggio di domani e le prime ore di mercoledì saranno probabili precipitazioni, anche a carattere di rovescio e temporale, più significative in serata e sulle zone montane e pedemontane. Non si escludono locali fenomeni intensi (forti rovesci) su alcune zone prealpine e pedemontane, con possibilità di quantitativi localmente consistenti in montagna e sulle zone pedemontane. Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore. Si segnala la possibilità d'innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti e la possibilità di innesco di colate rapide specie nelle citate zone di allertamento

Lunedì 14 Ottobre 2019, 18:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA