Maker Faire 2019, l'intelligenza artificiale scende in campo alla Fiera di Roma

Sistemi di intelligenza artificiale (AI) che permettono a robot di sfidarsi nel torneo di calcio RoboCup, o di eseguire al pianoforte una propria composizione. Sono alcune delle novità dell'edizione 2019, la settima, della Maker Faire Rome - The European Edition, l'evento europeo dedicato all'innovazione tecnologica, che si svolge dal 18 al 20 ottobre alla Fiera di Roma.

E' l'evento più importante d'Europa dedicato all'innovazione tecnologica. La kermesse organizzata dalla Camera di Commercio di Roma è giunta alla sua settima edizione, che sarà 'carbon neutral' e plastic free, e tutta l'energia elettrica consumata deriverà da fonti rinnovabili. Tutte le emissioni saranno compensate piantumando un bosco. Maker Faire si estenderà su sette padiglioni, per oltre 100 mila metri quadrati di esposizione a cura di Massimo Banzi, cofondatore di 'Arduino'.

Oltre mille progetti provenienti da ben 40 nazioni sono arrivati agli organizzatori, che dopo una attenta selezione ne hanno scelti più di 600 per l'esposizione romana: i temi principali sono quelli chiave del dibattito contemporaneo, dall'economia circolare alla robotica, dall'internet delle cose alla manifattura digitale, la foodtech e l'agritech, la mobilità sostenibile, la realtà virtuale.‎ Ampia anche la sezione spazio: tema principale l'esplorazione di Marte, ma verrà anche celebrata la missione Apollo con l'esposizione di un frammento di roccia lunare offerto dalla Nasa.

Protagonista anche la moda, con uno spazio per Altaroma e ai suoi creativi che hanno scelto l'innovazione e l'ecosostenibilita per le loro realizzazioni. Ruolo di rilievo lo avrà anche l'arte, con le installazioni interattive di MakerArt, e chi a‎vra bisogno di consulenze avrà a disposizione lo sportello 'Ask me anything'. Un ruolo importante lo giocheranno decine di università e centri di ricerca da tutta Italia, collocate in una apposita area della Fiera; sono invece 55 i progetti delle scuole superiori italiane e internazionali selezionati per partecipare, oltre a 27 progetti di altrettanti Its da tutta Italia scelti dal Miur.

Infine, anche i giovanissimi (4-15 anni) avranno un'area dedicata per svolgere attività didattiche e laboratori e sperimentare con le loro mani le tecnologie con lo spirito dei veri ' maker'.

Martedì 1 Ottobre 2019, 17:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA