Savino: «In scena mi sono ispirata a Giulietta Masina e Fellini»
di Simona Santanocita

Lunetta Savino e il tempo (da non perdere) in scena al Piccolo Eliseo di Roma

È Tina il personaggio interpretato da Lunetta Savino, nella tragicommedia Non farmi perdere tempo. Una ventisettenne affetta da invecchiamento precoce, che cerca di far tesoro del tempo che le resta per realizzare tutto ciò che fino ad allora ha rimandato, fra aspirazioni, amore, passioni, eventi familiari e professione, sottolineando fra ironia e commozione quanto le donne diventino forti nel momento in cui si armano della loro debolezza. 

A cosa si è ispirata nel caratterizzare questo personaggio? 
«In parte al mondo di Fellini, a pellicole come La strada; o Le notti di Cabiria, con personaggi interpretati da Giulietta Masina che ho amato moltissimo». 

Cosa ama in particolare di quei personaggi? 
«Che sono sempre al limite fra il riso e il pianto. Si mostrano in tutto il loro candore; ma insieme anche in tutta la loro sfrontatezza». 

Cosa riconosce di se stessa nella donna che interpreta? 
«Una certa sincerità. Tina non si nasconde dietro le parole, dice ciò che pensa e che sente». 

In cos’altro rivede se stessa?
«Nella capacità di accogliere il dolore e le sfide a testa alta, facendo sempre vincere la vita». 

Il tempo riveste un grande ruolo
«Sì, e ci fa capire quanto sia prezioso, quanto spesso cincischiamo, sprecando energie inutili, lasciandolo correre senza afferrarlo per metterlo al servizio dei nostri sogni». 

Lei ha sempre ambito ad una femminilizzazione del mondo 
«Perché dove ci sono eccellenze femminili il cambio di marcia e il conseguente miglioramento è manifesto in ogni campo».
 
E in Italia? 
«Siamo circondati da capi maschi narcisisti e noiosi, le donne sono più concrete, se non altro perché hanno da sempre più esperienza sul campo. Sarebbe interessante se uomini maggiormente illuminati dessero più spazio alle donne; ma spesso lo fanno solo per una propaganda elettorale spiccia, non per reale convinzione».

Lunetta Savino protagonista di Non farmi perdere tempo, scritto e diretto da Massimo Andrei al teatro Piccolo Eliseo, via Nazionale 183 ROMA, dal 27/11 all’8/12, bigl. 20 euro, info 0683510216
Mercoledì 27 Novembre 2019, 07:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA