Locanda dei Girasoli a rischio chiusura: petizione web per salvarla. L'appello di Paolo Ruffini: «Firmiamo tutti»

di Ida Di Grazia
La Locanda dei girasoli, il ristorante di Roma gestito da un gruppo di ragazzi con disabilità, ancora una volta è a rischio chiusura. Lo straordinario progetto promosso dalla cooperativa I Girasoli Onlus, in piedi dal 2000, in questi anni grazie all'impegno e alla dedizione dei ragazzi, ma anche al supporto di numerosi sostenitori, è riuscito a garantirsi l'autosufficienza.



Purtroppo però gli elevati costi di gestione e la location difficile da raggiungere - il locale si trova in via dei Sulpici 117, al Quadraro ne sta decretando la chiusura definitiva. Per questo motivo su Change.org è partita una petizione indirizzata alla Sindaca di Roma Virginia Raggi perché, tra i tanti immobili del Comune, trovi una proposta adeguata a dare continuità a questo progetto di lavoro e di autonomia per i nostri ragazzi.

A supporto di questi ragazzi affetti da sindrome di Down, sindrome di Williams, sindrome dell'X Fragile e disabilità intellettiva anche l'attore e regista toscano Paolo Ruffini che sia sui suoi social che attraverso le pagine di Leggo ha voluto lanciare il suo appello di solidarietà: «Andate tutti a sottoscrivere la petizione come ho fatto io. Diamo una mano a questi ragazzi e aiutateci anche voi lettori, insieme possiamo farcela». Già in passato alle istituzioni locali era stata chiesta la possibilità di ottenere in gestione/affitto locali di loro proprietà, in aree più centrali e visibili.
Giovedì 24 Gennaio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA