Libero De Rienzo, il commosso ricordo di Elio Germano: «Era il Mozart degli attori»

Libero De Rienzo, il commosso ricordo di Elio Germano: «Era il Mozart degli attori»

Libero De Rienzo, il commosso ricordo dell'amico e collega Elio Germano che ha partecipato all'evento che ha salutato il 44enne attore, morto tragicamente due settimane fa. L'evento è stato organizzato da I ragazzi del Cinema America in piazza San Cosimato, a Roma.

 

Leggi anche > Ritorno a Coccia di Morto, il sindaco Montino: «A Cortellesi e Albanese dico: facciamo qui l'anteprima del film»

 

Durante il discorso in cui ha omaggiato Libero De Rienzo, è stato difficile non commuoversi per Elio Germano. «Questa è stata forse la più grande marachella che ha combinato 'Picchio', ora si starà facendo tante belle risate vedendoci tutti qua. 'Sangue', l'opera di Libero, era un'idea di cinema forte, di un modo di stare al mondo» - ha spiegato il 40enne attore romano, che fatica a trattenere le lacrime - «Dalla fine degli anni '90 tutti lo hanno riconosciuto come il Mozart degli attori, era il più grande di tutti, forse perché riusciva a mettere il dolore al servizio di quello che faceva. Viviamo in una società fondata sulla rimozione del dolore, lui invece ci ha insegnato che l'arte ci dà una grande possibilità: quella di aprirci».

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Agosto 2021, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA