Katia e Marielle Labèque, il ponte tra classica e rock con il progetto Minimalist
di Stefania Cigarini

Katia e Marielle Labèque, il ponte tra classica e rock con il progetto Minimalist

Esploratrici dei molteplici universi musicali, le sorelle Katia e Marielle Labèque (il duo pianistico più famoso al mondo secondo il New Yorl Times) hanno unito i loro talenti a quelli di Bryce Dessner chitarrista dei The National, tra i compositori più ricercati della sua generazione e David Chalmin, producer versatile che spazia dalla musica classica alle avanguardie. 

Prendendo spunto dal loro doppio album del 2013, Minimalist Dream House, le Labèque, insieme al giovane compositore e al prolifico producer - si sono ribattezzati Minimalist Dream House Quartet e hanno provato (riuscendoci) a gettare un ponte tra classica contemporanea e rock in una nuova versione del progetto Minimalist per due pianoforti e due chitarre. «Abbiamo messo insieme un repertorio che ispirasse confronti tra i compositori minimalisti, a cui abbiamo aggiunto n le nuove generazioni: Dessner, Chalmin, Andres, per far capire al pubblico l’enorme influenza che la tendenza minimalista ha avuto anche su altri tipi di musica, dal rock all’elettronica» ha spiegato Katia Labéque.

Co-realizzato con la Fondazione Musica Per Roma e l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, presentato a Parigi, Don’t fear the light - che prende il nome dalla prima composizione classica di Thom Yorke (Radioehad) scritta per le Labèque - arriva in prima nazionale al Parco della Musica nell’ambito del Roma Europa Festival. Il programma prevede anche Electric Counterpoint di Steve Reich e Four movements di Philip Glass oltre ai nuovi lavori di Timo Andres, Out of shape (prima esecuzione italiana), di Bryce Dessner Haven (prima esecuzione italiana) ed El Chan (prima mondiale della nuova versione con chitarre ed elettronica). Quest’ultimo composto “come regalo di ringraziamento per il mio amico Alejandro Gonzalez Iñárritu, dopo che abbiamo finito di lavorare al suo film The Revenant per il quale ho composto parte della colonna sonora”. A completare il programma le composizioni di David Chalmin con Particule n. 5, Particule n. 6, extraits de Sept Particules (prima esecuzione italiana) e Distant Places.
riproduzione riservata ®

Minimalist Dream House Quartet: da sin. Bryce Dessner, Katia e Marielle Labèque, David Chalmin, domenica 10 novembre alle 21, v.le P.de Coubertin, bigl. da 19 a 50 euro, romaeuropa.net
 
Venerdì 8 Novembre 2019, 08:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA