Il Tribunale di Roma: «Lo stabilimento balneare di Ostia "La Casetta" non presenta abusi edilizi»

Il Tribunale di Roma: «Lo stabilimento balneare di Ostia "La Casetta" non presenta abusi edilizi»

Per il Tribunale di Roma, Sezione Penale, lo stabilimento balneare di Ostia "La Casetta" non presenta abusi edilizi. La società concessionaria dell'impianto è stata assolta con formula piena perché «il fatto non sussiste». A riferirlo, il sito ilfaroonline.it.

Colpo di scena nelle contestazioni del Campidoglio e del X Municipio contro i presunti abusi edilizi commessi sul Demanio marittimo. In particolare sulla spiaggia in concessione a «La Casetta», conosciuta come stabilimento dei vip. La decisione stamane a conclusione del procedimento avviato dopo la denuncia del maggio 2016 presentata dal Comune di Roma su relazione della Polizia locale gruppo X Mare. «Abusi stabilimento Ostia La Casetta: tutti assolti i membri della famiglia Salabè». Lo annunciano gli avvocati difensori Nicola Madia e Antonio Rucco. Lo stabilimento può essere dissequestrato anche se resta chiuso perché il Comune di Roma X Municipio non ha rinnovato la concessione demaniale.



Durante questi tre anni lo stabilimento, chiuso dal Campidoglio e dal X Municipio, è andato in rovina. Sarebbe stata proprio l'accusa di abusivismo edilizio a motivare l’amministrazione a non rinnovare la concessione. Contro la revoca è in atto la valutazione dello specifico ricorso presentato dalla proprietà.

«Abbiamo prodotto documenti in originali - spiega il consulente tecnico di parte, ingegner Alessandro Michelon - con tanto di ceralacca. Parliamo di singoli permessi a costruire e di autorizzazioni multiple, tutte perfettamente in regola e rispettate in toto».
Ultimo aggiornamento: Sabato 11 Luglio 2020, 19:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA