Irama: «Sono una rockstar perché dico sempre quello che penso», il live a Roma
di Emiliana Costa

Irama: «Sono una rockstar perché dico sempre quello che penso», il live a Roma

Una rockstar, come lui stesso si descrive - “perché nei miei brani dico sempre ciò che penso” - in bilico tra il cantautorato di Guccini e la grinta dei Guns n’ Roses (a cui non fa segreto di ispirarsi). Irama, al secolo Filippo Maria Fanti, 23 anni, è l’astro-pop del momento. Vincitore di Amici 2018, dopo la partecipazione all’ultimo Sanremo, continua a macinare successi con il suo #Giovanipersempre tour. Domani sera, si esibirà nella cavea dell’Auditorium per il Roma Summer Fest. 

Tra i brani più attesi dai fan, Arrogante, l’ultimo singolo uscito il 24 maggio. Si tratta di un pezzo dal sound latino in cui l’arroganza viene descritta come “una maschera dietro alla quale si nasconde una persona sincera”. La canzone si candida a essere uno dei tormentoni dell’estate. A febbraio, il cantautore ha incantato il pubblico di Sanremo con La ragazza con il cuore di latta, un brano che racconta una storia di violenza e rinascita. Una riflessione delicata sulle tante situazioni drammatiche che si nascondono tra le mura domestiche. Il singolo fa parte del disco Giovani per sempre - pubblicato l’8 febbraio, che ha raggiunto il primo posto in classifica - edizione speciale dell’album disco di platino Giovani, uscito il 19 ottobre dell’anno scorso. Irama aveva già conquistato il doppio platino per l’album precedente Plume, il triplo platino per il singolo Nera e il disco d’oro per Un giorno in più. Quella dell’ex cantautore di Amici è davvero una storia di caduta e rinascita.

L’artista aveva esordito tra le nuove proposte di Sanremo 2016, per poi vincere il Coca-Cola Summer Festival nella sezione giovani. Quindi qualcosa si è inceppato, incomprensioni con la casa discografica, racconterà lui. E per un anno Irama è rimasto fermo, senza mollare però il suo sogno. «A volte nella vita - ha spiegato - ti fanno uno sgambetto o inciampi di tuo. Ma ciò che conta davvero è rialzarsi e credere in se stessi». Cresciuto con la passione per i cantautori italiani «Guccini è impressionante», nei suoi brani Irama parla spesso di verità: «La verità è qualcosa che, con il tempo, ti ripaga. È difficile da raccontare, deve essere coraggiosa».
Domani 11 luglio, ore 21, bigl. da 20 a 35 euro+dp, viale P. de Coubertin 30, Roma  www.auditorium.com.

Mercoledì 10 Luglio 2019, 07:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA