Euro 2020, a Roma Inghilterra-Ucraina. D'Amato: «I tifosi Gb devono rispettare la quarantena». Pregliasco: «Un guaio»

Euro 2020, a Roma Inghilterra-Ucraina. D'Amato: «I tifosi Gb devono rispettare la quarantena». Pregliasco: «Un guaio»

Euro 2020, allo stadio Olimpico di Roma si disputerà Inghilterra-Ucraina, valida per i quarti di finale. Si pone però la questione Covid, con la variante Delta ormai stradominante nel Regno Unito e Alessio D'Amato che gela i tifosi pronti ad arrivare nella Capitale per la sfida di sabato prossimo: «Tutti devono rispettare la quarantena».

Leggi anche > Variante Delta, bastano 10 secondi per contagiarsi: la prova in un video al supermercato

L'assessore alla Salute della Regione Lazio, infatti, ricorda le norme attualmente in vigore e si dimostra intransigente: «A Roma arriveranno ancora tifosi dall'estero per Inghilterra-Ucraina, ma per motivi di contrasto alla pandemia e alla variante Delta, resta valida l'ordinanza di quarantena di cinque giorni per tutti coloro che arrivano dalla Gran Bretagna. E la quarantena deve essere rispettata».

Dello stesso avviso anche Fabrizio Pregliasco, virologo e docente della Statale di Milano. «L'arrivo degli inglesi in Italia è un guaio, con la variante Delta il rischio purtroppo sale. Con più contatti aumenta la potenziale infezione e non so quanto il Green pass, in questa fase iniziale, abbia un effetto così sistematico» - spiega il professor Pregliasco - «Del resto, prevedere cinque giorni di quarantena costerebbe ai tifosi una barcata di soldi. L'unico modo di difendersi è chiudersi in casa, nella capanna, e aspettare che la buriana passi. Ma la vedo difficile, anche perché non è che si riconoscono e poi il virus, una volta entrato, si diffonde».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Luglio 2021, 11:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA