I consiglieri 5 Stelle contro la Angeli: "Una nomina sbagliata, si dimetta"

I consiglieri 5 Stelle contro la Angeli: "Una nomina sbagliata, si dimetta"

“La sua nomina è una vera offesa nei riguardi di tutti i consiglieri capitolini e del lavoro svolto fino ad oggi, offesa a cui non credo si troverà rimedio senza le sue dimissioni”. Termina così l’attacco della consigliera capitolina M5S, Simona Ficcardi, rivolto a Federica Angeli, delegata della sindaca di Roma, Virginia Raggi, alle periferie. Un lungo post su Facebook, in cui oltre a chiedere le dimissioni della giornalista, la consigliera grillina ripercorre episodi passati, accusando anche prima cittadina e giunta capitolina. E su cui Angeli ha prontamente ribattuto sulle pagine de Il Foglio: “Colpiscono me ma lo fanno per attaccare la sindaca”, ha spiegato.

 

“Su Roma nel corso degli anni si è dimostrato quanto gli indirizzi politici e gli impegni dei consiglieri eletti anche dalle periferie siano stati vani e disattesi - ha scritto Ficcardi - La nomina di una delegata alle periferie a pochi mesi dalle elezioni ha confermato quanto siano stati sordi sindaca e giunta alle chiamate dei consiglieri. Con la nomina della Angeli a mio avviso si è solo voluto dimostrare come le proposte dei consiglieri per nome e per conto delle periferie siano state vane e mai accolte fino ad oggi, ma soprattutto come necessitasse retribuire una persona che avesse impatto mediatico e che prendesse i meriti dei consiglieri e spianasse la strada alla campagna elettorale. E’ stata individuata a mio avviso - ha proseguito ancora la consigliera - una persona che non offrisse un’alternativa politica oppure un rischio in termini di competizione politica alle prossime elezioni”. Un riferimento nel post è alla vicenda di Monte Migliore e allo sblocco dei lavori per portare l’acqua potabile nella zona. “L’ultimo post della Angeli ha raccontato della sua emozione e conseguenti singhiozzi nel vedere realizzata un’opera essenziale alla vivibilità di un quartiere Romano. Di pianti, di arrabbiature, di litigate ce ne siamo vissute davvero tante. Soprattutto noi Consiglieri impegnati, appassionati e irrimediabilmente delusi”. Poi l’affondo: “Negli ultimi giorni la delegata della sindaca ha scritto pubblicamente di non conoscere alcuni consiglieri capitolini. Io (e mi sembra di capire anche molti altri consiglieri di maggioranza) non l'ho mai vista, non ci abbiamo mai parlato, non ci è stata mai presentata e mai abbiamo coordinato con lei le iniziative intraprese e che ancora dovevano essere attuate. La sindaca non ha mai ritenuto opportuno discutere con noi del suo incarico ne prima né dopo la nomina, il che già dimostra quanto la sindaca intenda tenere conto dei consiglieri eletti e di quanto ne terrà conto in futuro”.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Gennaio 2021, 17:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA