Green Pass, minacce e proteste durante il tampone. Federfarma: «Bisogna porre fine al clima d'odio»

Green Pass, minacce e proteste durante il tampone. Federfarma: «Bisogna porre fine al clima d'odio»

«La soluzione si trova insieme con il dialogo accogliente e costruttivo»

«C'è una minoranza di persone che quando viene a fare il tampone protesta e minaccia». A denunciarlo è Andrea Cicconetti, segretario Federfarma Roma e consigliere Federfarma Lazio, che, ai microfoni di Radio Cusano, ha sottolineato: «Il commissario Figliuolo ci ha chiesto anche di fare un'opera di persuasione su chi non si vuole vaccinare. Non è facile. Ci chiedono l'impossibile e ci stiamo impegnando al massimo». 

 

Leggi anche - Covid, leggero aumento Rt a 0,86, incidenza casi ferma a 29. Meno ricoveri, per quattro regioni rischio moderato

 

Nonostante il costo dei tamponi, ribassato a 15 euro, le farmacie stanno facendo un grande sforzo «poiché i costi di gestione, di smaltimento e di tempo che impieghiamo nell'inserimento dei dati sono notevoli», dice Cicconetti.

L'ultimo episodio di minacce ai danni di farmacisti è stato quello via Twitter nei confronti del presidente di Federfarma, Marco Cossolo. Fatto che è stato contestato anche dal presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici e degli odontoiatri, Filippo Anelli, che afferma: «Bisogna porre fine al clima d'odio contro scienza e operatori della salute». 

Anelli esprime la sua solidarietà nei riguardi di Cossolo e osserva: «Le farmacie che lui rappresenta sono un presidio importante per la salute. Devono essere ripagate con la gratitudine, e non con queste intimidazioni, che veicolano sul bersaglio più facile e accessibile la rabbia che nasce dalla paura verso ciò che non si conosce. La soluzione si trova insieme con il dialogo accogliente e costruttivo».

Solidarietà anche da parte del presidente di Assofarm, Venanzio Gizzi, che «condanna categoricamente gesti intollerabili, che nulla hanno a che vedere con il vivere civile della nostra società. Le farmacie comunali si uniscono intorno al presidente Cossolo per una sentita solidarietà. E proseguiranno nel loro lavoro di offerta per rispondere alla necessità dei cittadini». 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 18:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA