Gigi Proietti, l'omaggio del Tufello con i murales tra strade e interi palazzi

Gigi Proietti, l'omaggio del Tufello con i murales tra strade e interi palazzi

di Enrico Chillè

Finalmente un omaggio degno di Gigi Proietti. Ci hanno pensato, in maniera più o meno spontanea e autonoma, i cittadini di uno dei quartieri in cui l'indimenticabile attore romano ha vissuto: il Tufello. In questo quadrante alla periferia Nord-Est di Roma, Gigi Proietti ha passato l'adolescenza, raccontando anni dopo che nel quartiere «c'era gente che veniva da ogni parte, non posso dire che si parlasse romanesco, ma si romanizzava qualsiasi cosa, dai testi delle canzoni alle parole straniere».

Leggi anche > Gigi Proietti, la cremazione può slittare fino a una settimana: «Troppe salme a Roma». Da Caserta arriva un'offerta

 

Gli abitanti del Tufello, nei giorni successivi al lutto che ha colpito Roma e l'Italia intera, hanno deciso di omaggiare il loro illustre "ex vicino", che da adolescente aveva vissuto tra via Tonale e via Capraia. Ed è proprio sull'intera facciata di un palazzo all'incrocio di queste due strade che l'artista Lucamaleonte ha realizzato un'opera maestosa: un ritratto di Gigi Proietti, realizzato grazie anche al patrocinio della Regione Lazio e dell'AS Roma, la squadra di cui l'attore era un grande tifoso.

Quello di via Tonale è però solo l'ultimo omaggio, in ordine cronologico, che il Tufello ha riservato a Gigi Proietti. Sull'esterno del mercato coperto di piazza degli Euganei, il cuore del quartiere, l'artista DeRomaLiMejoFiori ha realizzato un ritratto di Gigi Proietti nel ruolo di Mandrake nel film Febbre da cavallo. Accanto all'immagine di Gigi Proietti, anche una scritta: «Ricordare è un mestiere rischioso perché ha bisogno di stimoli forti».

A via Capraia, nel cortile interno degli edifici popolari in cui Gigi Proietti era cresciuto, altri artisti e residenti hanno realizzato un altro ritratto dell'attore, risalente ai tempi dello spettacolo teatrale A me gli occhi, please. A breve distanza, sotto il ponte di viale Jonio, la street-artist Ma(+)Ma è stata invece l'autrice di un gigantesco ritratto di Gigi Proietti, con ben due riferimenti all'attore. Il ritratto è quello di Mandrake con il suo "sorriso magico", la citazione non ha bisogno di spiegazioni: «Ar cavaliere nero...».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11 Novembre 2020, 16:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA