Gigi Proietti, funerali pubblici e lutto cittadino. La famiglia: «Verrà ricordato come merita»

Gigi Proietti, funerali pubblici e lutto cittadino. La famiglia: «Verrà ricordato come merita»

«Gigi sarà ricordato come merita», assicurano fonti vicine alla famiglia. I funerali del grande attore Gigi Proietti si terranno nei tempi e nei modi compatibili con le attuali restrizioni anti Covid. Le esequie - a quanto si apprende - saranno pubbliche, ma con ingressi contingentati. La Sindaca di Roma Virginia Raggi, secondo quanto si apprende, proclamerà il lutto cittadino a Roma nel giorno dei funerali. 

I funerali. Le modalità sono ancora in via di definizione sia da parte della famiglia che delle autorità. La Raggi ha messo a disposizione il Campidoglio per la camera ardente. Si parla anche del Globe Theatre Silvano Toti nel verde di Villa Borghese, il teatro che Proietti stesso realizzò. Ma i funerali si celebreranno in chiesa.

 

Leggi anche > Ottant'anni di successi: da Mandrake a Shakespeare al maresciallo Rocca, la carriera del grande attore romano​

L'omaggio social della politica

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha espresso in un tweet «profondo dolore e grande tristezza per la morte di Gigi Proietti. Con lui perdiamo un pezzo di anima della nostra città. In questo momento siamo vicini alla famiglia, agli amici e a tutti coloro che lo hanno amato. Roma non lo dimenticherà mai». «Roma e l'Italia piangono Gigi Proietti, un attore straordinario, colto, intelligente, amato da generazioni e generazioni. Non ti dimenticheremo mai Gigi, e sempre grazie per le risate, le emozioni, le riflessioni con cui ci hai accompagnato», scrive su Facebook il segretario del Pd e governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. «Con Gigi Proietti scompare un grande protagonista della commedia italiana, un uomo di cinema e di teatro che ha vissuto intensamente la sua arte, apprezzato da milioni di italiani - il commento del ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini -. Un maestro, un artista geniale che ha saputo realizzare i suoi sogni con generosità, facendo vivere realtà come il Globe Theatre a Villa Borghese, il Brancaccio e la sua scuola di recitazione che sono stati una vera e propria fucina di nuovi talenti. La sua risata sonora, il suo sguardo magnetico, la sua voce profonda, la sua genuina romanità ci mancheranno».

Video

Cordoglio anche dalla presidente di Fratelli d'Italia e consigliera in Campidoglio, Giorgia Meloni. «Nel giorno del suo ottantesimo compleanno ci lascia Gigi Proietti. Un artista straordinario, che ha portato nelle case degli italiani tanti momenti di gioia e di riflessione. Oggi il mondo dello spettacolo perde un suo indiscusso pilastro. A Dio, Gigi», scrive Meloni in un tweet. «L'arte italiana perde oggi uno dei più grandi, un attore straordinario, un poliedrico gigante di bravura e simpatia. Se ne va nel giorno in cui era nato 80 anni fa, nella sua Roma, un ultimo colpo di teatro. Ci mancherà il suo sorriso. Addio Gigi», è il tweet del leader della Lega, Matteo Salvini. Il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, chiede il riconoscimento del lutto cittadino e su Twitter scrive: «Nel giorno del suo 80mo compleanno ci lascia Gigi Proietti. Attore, regista, drammaturgo, ha raccontato l'Italia per oltre 50 anni. Amava Roma e ne era un simbolo. Un lutto cittadino sarebbe la giusta riconoscenza. Ciao Mandrake». 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Novembre 2020, 13:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA