Roma choc, guardia giurata uccide la cognata: «Colpi partiti per sbaglio mentre puliva la pistola»
di Emilio Orlando

Roma choc, guardia giurata uccide la cognata: «Colpi partiti per sbaglio mentre puliva la pistola»

Una donna di 42 anni, Samantha Trotta, è stata uccisa ieri pomeriggio dal cognato, una guardia giurata di 62 aanni. L'uomo sostiene la tesi dell'incidente: secondo quanto riferito, i due colpi fatali sarebbero partiti per sbaglio mentre puliva l'arma. La tragedia si è consumata ieri pomeriggio alle 18.30 in una casa di via Prenestina Antica a Gallicano del Lazio (Roma)

 

 

 

Ha raccontato ai carabinieri di Palestrina e a quelli del nucleo investigativo di Frascati, di aver ricevuto la visita della donna che abita a San Cesareo, mentre stava maneggiando la sua pistola di ordinanza. I due colpi, ha sostenuto, sarebbero partiti accidentalmente. La donna è morta in pochi minuti. Una versione su cui i militari stanno indagando per determinare anche i contorni della vicenda: chi ha lanciato l'allarme, era presente oltre ai due e quanto tempo prima dell'arrivo dei soccorsi è avvenuto il fatto oltre, ovviamente, sui rapporti tra la vittima e la guardia giurata. Al momento non sono stati presi provvedimenti se non il sequestro dell'arma e della salma che è stata portata a Tor Vergata. Sono state disposte l'autopsia e una perizia balistica. Sulla vicenda indaga la procura di Tivoli. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Aprile 2021, 10:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA