Fratelli Bianchi, la madre intercettata: «Hanno messo Willy in prima pagina, manco fosse morta la regina»

Fratelli Bianchi, la madre intercettata: «Hanno messo Willy in prima pagina, manco fosse morta la regina»

La madre dei fratelli Bianchi a uno dei figli: «Siete innocenti, manco fosse morta la regina»

La madre dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, imputati per l'omicidio di Willy Monteiro a Colleferro, è convinta dell'innocenza dei figli. E continua a minimizzare il massacro. Lo dimostrano le intercettazioni di Simonetta Di Tullio, durante il colloquio col figlio Gabriele nel carcere di Rebibbia: «Vi hanno messo in prima pagina, manco fosse morta la regina».

 

Leggi anche > Roma, caccia alla banda che terrorizza e picchia i clienti e i gestori dei bar con spranghe di ferro. Il video di uno degli assalti

 

La rabbia della madre dei fratelli Bianchi nasce dall'angoscia per le sorti del figlio Marco, che a differenza di Gabriele non ha reagito bene al carcere, e anche perché molti avrebbero voltato le spalle alla sua famiglia. «A momenti muoio. Non ci sta più nessuno, ti hanno abbandonato tutti, amore mio. Ci dobbiamo vendere le macchine, non ci è rimasto più niente» - racconta la donna a uno dei due figli - «Quel poveraccio di tuo padre non ha il coraggio di venire qui a trovarvi, sennò gli viene un infarto. Ci hanno abbandonato tutti, ci dicono tutti cose brutte e anche lei (la fidanzata di Marco Bianchi, ndr) ti ha abbandonato».

 

Per Simonetta Di Tullio, i figli sono innocenti, vittime di un complotto mediatico. «Quando sarà tutto finito, quante persone mi levo davanti, quante! È stata una disgrazia, non è mica morta la regina, voi siete innocenti e non mi fido più di nessuno. Quando sarà dimostrato che tutto ciò che ci hanno tirato addosso è solo fango, saremo solo noi famiglia a casa mia», continua a ripetere la donna nelle intercettazioni.


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Settembre 2021, 16:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA