«Ho perso una gamba nei bombardamenti»: finto amputato chiedeva l'elemosina al Colosseo, in caserma "spunta" l'altra gamba
di Emilio Orlando

«Ho perso una gamba nei bombardamenti»: finto amputato chiedeva l'elemosina a Roma, in caserma "spunta" l'altra gamba

«Ho perso la gamba durante i bombardamenti a Sarajevo, vi prego aiutatemi con un’offerta». Recitava così il cartello scritto a mano che si metteva a fianco per impietosire i passanti a via dei Fori Imperiali nel cuore di Roma.



In realtà era un abile truffatore che utilizzando un paio di pantaloni larghi nascondeva l’arto che diceva che gli era stato amputato. Il raggiro è venuto alla luce durante un blitz antidegrado disposto dal comandante Antonio di Maggio al centro della Capitale.



Gli agenti della polizia locale hanno denunciato un cittadino ungherese che da mesi si piazzava intorno ai monumenti. L’operazione anti degrado urbano rientra in quelle volute dalla sindaca Virginia Raggi, per la tutela e la sicurezza dei turisti intorno ai più importanti poli e siti d’attrazione. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Febbraio 2020, 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA