Drink Kong, a Roma, presenta lo spazio aperto e una Carta di cocktail per "nuovi umani".
di Valeria Arnaldi

Drink Kong, a Roma, presenta lo spazio aperto e una Carta di cocktail per "nuovi umani".

Spazio all’aperto, in una inattesa “giungla” urbana, cuore verde costruito ad arte, nel periodo di forzata chiusura, in piazza San Martino ai Monti. Cocktail sorprendenti, capaci di conquistare occhi e palato. Accostamenti di gusto ben studiati.  Drink Kong, in piazza San Martino ai Monti 8 a Roma - aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 18.30 alle 2 - inaugura il suo nuovo spazio all’aperto e, soprattutto, rilancia un’idea di movida, più attenta, ma non per questo meno coinvolgente. Anzi.
 
 


Il menu “New Humans”, presentato a inizio marzo, pochi giorni prima dell’inizio del lockdown, e ora finalmente tutto da provare è incentrato proprio sul concetto di “novità”, tra nuovi sapori, nuove prospettive, nuove sensibilità. Insomma, nuove frontiere da sperimentare. Ciò non significa dimenticare il passato, ma rileggerlo all’insegna della modernità, con le sue - nuove, appunto - esigenze.

La Carta è strutturata intorno a cinque archetipi per altrettanti sapori che si intensificano nel dialogo con le ricette proposte come accompagnamento. Il risultato è una  interessante declinazione di suggestioni.
«Abbiamo lanciato la Carta tre giorni prima dell’inizio del lockdown - avevamo ragionato sull’idea di “nuovi umani”, prima  che succedesse quello che poi è accaduto, è stato profetico. Ci siamo concentrati al 100% sull’estrazione del sapore e sulla materia prima, usando pure ingredienti inusitati per i cocktail, come i funghi shiitake. Ora i nuovi umani ci sono: hanno imparato a stare a casa, ad ascoltare il silenzio, anche ad ascoltarsi, hanno capito cosa significa il tempo e, spero, come utilizzarlo. Il nostro intento era proprio creare questa esperienza».

NewMami è la categoria più sperimentale: versione Drink Kong dei sapori forti umami, ossia milk punch, Bloody Mary speciali e tutto quello che riguarda il mondo del sapido inusuale. Uno per tutti, assolutamente da provare, Izanami, Base Jameson black barrel, con profumi dal fascino orientale dovuti a miso syrup e plum cordial.

Poi, le altre categorie che rileggono elementi “tradizionali” per cocktail, come frutta ed erbe, ma proponendoli in modo decisamente inusitato. Ecco allora Holus - dal latino “tutto ciò che è verde” - in una articolata reinterpretazione del mondo vegetale. Poi, Kudamomo - dal giapponese “tutto quello che riguarda la frutta” -  con proposte all’insegna della freschezza, tra cordiali e sapori fruttati intensi. E ancora, Herbs & Herbs, definizione che sintetizza un universo botanico, bitter, balsamico, officinale, erboristico, tra aperitivi e drink Negroni Style. Senza dimenticare Sukoshi, nipponico “un po’”, con cocktail analcolici e fermentati a basso contenuto alcolico.

Ogni categoria della Carta è identificata anche da una precisa gradazione di colore. Dunque, possono essere sia tonalità, sia sapore a stimolare la curiosità e indirizzare la scelta. Vero protagonista dell’offerta vuole essere l’istinto, chiamato a muoversi tra sapori intensi, senza rimandi a drink classici.

Una nuova Carta dunque per “nuovi umani” con nuovi sapori, frutto di una attenta ricerca su spiriti, fermentazioni e contaminazioni, che ha prodotto esiti tutti da sperimentare. L’intento, dunque, è tornare a brindare, insieme, seppure a distanza, rilanciando un modo - anche questo nuovo - di fare festa. «Il mestiere del barman finalmente è riconosciuto - conclude Pistolesi - dopo tanti anni in cui non lo è stato e la movida è spesso demonizzata. Da Barman, prima ancora che da proprietario, io dico che si brinda per tutto, nel bene e nel male, e lo fanno pure quelli che poi, ipocritamente, condannano la movida. Il lockdown è stato avviato, dicendo che non si potevano fare aperitivi, ed è terminato, dicendo che non si possono fare aperitivi. Siamo stati un po’ il capro espiatorio. Una movida sana è possibile: tutto è igienizzato, sanificato, certificato. Sicuro».
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Giugno 2020, 17:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA