Diabolik, notificato alla famiglia un nuovo divieto di funerali pubblici. Salta l'accordo in questura

Diabolik, notificato alla famiglia un nuovo divieto di funerali pubblici. Salta l'accordo in questura

Nessun accordo per i funerali di Diabolik, il capo degli Irriducibili ucciso il 7 agosto scorso, con la famiglia a cui viene notificato un nuovo divieto di celebrazioni pubbliche.

Nadia Toffa, quando lasciò il fidanzato perché non le stava vicino durante le chemio



 
Diabolik, al secolo Fabrizio Piscitelli, è stato freddato con un colpo di arma da fuoco alla testa nel parco degli Acquedotti, a Roma. Ieri le esequie non hanno avuto luogo, al cimitero è stato depositato solo un mazzo di fiori, con ultras e amici che hanno seguito le volontà della famiglia che chiedeva per Diabolik un funerale pubblico.  Dopo l'incontro serale al San Vitale, al termine del quale le parti si erano ripromesse di aggiornarsi, la figlia Giorgia ha fatto ritorno oggi in questura.



La famiglia ha ribadito la sua posizione, come fa sapere l’Adnkronos, e a Giorgia è stato quindi notificato un provvedimento di divieto di funerali pubblici generico, senza indicazione di data.
La salma di Fabrizio Piscitelli resta a disposizione della famiglia all'istituto di medicina legale di Tor Vergata.

 
Mercoledì 14 Agosto 2019, 20:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA