Desirée Mariottini, arrestati 3 immigrati irregolari: uno era stato espulso. Ecco chi sono i due senegalesi fermati per stupro e omicidio

Video
Sono tre i fermi per l'omicidio di Desirée, la ragazza di 16 anni trovata morta la scorsa settimana in uno spazio occupato nel quartiere di San Lorenzo, a Roma. Due senegalesi e un nigeriano, irregolari in Italia, Mamadou Gara di 26 anni e Brian Minteh di 43, sono stati arrestati tra la tarda serata di ieri e la notte scorsa mentre una terza persona sospetta si trova in questura. I fermati sono ritenuti responsabili, in concorso con altre persone in via di identificazione, di violenza sessuale di gruppo, cessione di stupefacenti e omicidio volontario.

Due dei tre fermati per l'omicidio di Desirée Mariottini, la ragazza di 16 anni stuprata e uccisa in uno stabile occupato a San Lorenzo, quartiere di Roma, sono immigrati clandestini provenienti dal Senegal.

Desirée Mariottini, la disperazione della madre: «Non si drogava, ma era cambiata»



Il più giovane è Gara Mamadou, nato in Senegal il 20.11.1991. Mamadou aveva un permesso di soggiorno per richiesta d’asilo scaduto ed era stato espulso con provvedimento del prefetto di Roma  il 30.10.2017. Si era reso irreperibile. È stato rintracciato dal personale delle volanti a Roma il 22.7.2018. ,  veniva richiesto nulla osta dell’autorità giudiziaria per reati pendenti a suo carico.



L'altro uomo del branco è Minteh Brian, nato in Senegal il19.08.1975. L'uomo aveva presentato alla questura di Roma il 24.08.2017 istanza di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi umanitari,  a seguito di decisione adottata dal tribunale di Roma il 12.02.2015. la questura era in attesa di integrazioni documentali perché la domanda risultava carente della prescritta iscrizione anagrafica.
 
 

Un terzo uomo è stato fermato in mattinata, si tratta di un immigrato nigeriano di 40 anni. 

Tutti e tre i fermati hanno precedenti per spaccio di stupefacenti. Gli investigatori stanno cercando un quarto complice.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Ottobre 2018, 11:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA