Ostia, comunista cancella murales per De Rossi: «Credevo fosse una cosa di Casapound»

Daniele de Rossi, dipinto su un muro di Ostia, nella strada dove è nato e cresciuto. Ma il murale del Capitano tracciato tra via delle Baleniere e via delle Aleutine da un anonimo artista di strada insieme alla scritta “Vanto di Ostia, simbolo di Roma” è durata dalla notte alla mattina.

Sui muri il tifo per un figlio di Ostia, Daniele De Rossi



L’immagine del giocatore con la maglietta giallorossa di quest’anno - la scritta “Ostia tifa Roma” con la parola “Lazio” cancellata - apparsa all’alba è scomparsa dopo sole poche ore. Un giallo che immediatamente ha fatto pensare male, attribuendo il gesto alla tifoseria biancazzurra. Ma nel pomeriggio il mistero è stato chiarito, come riporta il sito IlFaroonline.it.  A coprire il murale di Daniele De Rossi è stato un inquilino del palazzo sovrantante. L’uomo, che ha 92 anni ed è di fede comunista da sempre, si è giustificato sostenendo che riteneva che il dipinto fosse opera di Casapound.

 
 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Maggio 2019, 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA