Dai ristoranti alle boutique: in Centro chiuse 3 attività su 10
di Valentina Conti

Dai ristoranti alle boutique: in Centro chiuse 3 attività su 10

Tre negozi su dieci non hanno riaperto in centro storico, disabitato senza turisti. La fase due potrà trasformarsi nella fase zero per il commercio del I Municipio. L’aumento dei costi e il calo dei ricavi, in alcuni casi superiore al 90%, per le imprese, si somma all’attesa procrastinata degli aiuti economici diretti. 
«Non si è tenuto conto della situazione critica già prima del Covid, e se è arrivato qualcosa alle aziende è stato sotto forma di maggior debito - punta il dito David Sermoneta, presidente di Confcommercio centro di Roma - sono state escluse dagli aiuti imprese al di sopra di 5 milioni di fatturato senza considerare che queste società fanno spesso capo a piccoli rami di imprenditoria. Come i franchising, destinati a chiudere». Tutto quell’universo che non fa riferimento agli ipergruppi del lusso, non alimentati dai grandi fondi. 
C’è poi la perdita dei clienti con cui fare i conti nell’attuale situazione di prosecuzione dello smartworking per gli uffici pubblici di peso presenti in alta concentrazione – più di 50mila unità – nell’area. L’abbigliamento è all’apice delle categorie in maggior sofferenza, al pari dell’attività ricettiva. Le gelaterie si stanno muovendo bene puntando sul rincaro dei prezzi: per una coppetta bigusto in zona Aventino si spende 3,50 euro. I bar sono in crisi nera. E parla di riduzione dell’80% Raimondo Ricci, titolare del Caffè S. Eustachio. Si replica nelle fashion street del Tridente, dove «il 25% dei ristoranti chiuderà», sentenzia l’Osservatorio Josas. Sul capitolo affitti l’abbassamento delle tariffe è lasciato al libero arbitrio, ultime sentenze post emergenza a parte. È bloccata persino l’attività edilizia privata. Maurizio Pezzetta, presidente FIMAA Confcommercio Roma, in una lettera inviata all’assessore capitolino allo Sviluppo economico parla di «situazione insostenibile che aggrava la lentezza burocratica, con una notevole perdita economica di tutti gli operatori immobiliari».
Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Maggio 2020, 07:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA