Cucchi, un albero per Stefano a piazzale Aldo Moro a Roma

Cucchi, un albero per Stefano a piazzale Aldo Moro a Roma

Un ulivo piantato nella rotonda di piazzale Aldo Moro e una targa per onorarne la memoria. Così Roma, in occasione del sesto memorial Stefano Cucchi, tiene viva la memoria dei tragici fatti che hanno portato il 22 ottobre del 2009 alla morte del giovane mentre si trovava in custodia cautelare. Tra i presenti all'evento la sorella di Stefano, Ilaria Cucchi, la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello e i professori dell'Università La Sapienza Mauro Serafini e Gabriele Scarascia Mugnozza. «Quando siamo partiti eravamo in pochi, poi siamo riusciti ad uscire dall'isolamento e abbiamo creato qualcosa di enorme per cercare di stabilire la verità sulla morte di mio fratello. È importante che questa splendida opera sia realizzata nel piazzale dell'Università, perché è qui che si costruisce il futuro», ha detto commossa Ilaria Cucchi dopo aver scoperto la targa commemorativa. Il monumento celebrativo in onore di Stefano è il frutto della collaborazione tra il Comitato del memorial e il secondo Municipio di Roma, la cui presidente Del Bello si è detta «onorata di aver conosciuto Ilaria. Una giovane donna esile che ha tirato fuori tutta la sua forza per combattere e ottenere il riconoscimento della verità sulla morte del fratello».

Il luogo scelto per realizzare l'opera non è casuale, come ha tenuto a precisare il professor Scarascia Mugnozza: «La scienza è ricerca della verità, e noi come università siamo particolarmente lieti di poter serbare il ricordo di quello che è accaduto, guardando questo albero ogni mattina che veniamo qui a lavorare e a studiare. La scelta dell'ulivo mi sembra particolarmente adatta per il simbolo di pace che rappresenta».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Ottobre 2020, 14:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA