Roma, trasporti e rifiuti: è emergenza positivi. In Ama 55 dipendenti contagiati, focolaio sulla metro A
di Enrico Chillè

Roma, trasporti e rifiuti: è emergenza positivi. In Ama 55 dipendenti contagiati, focolaio sulla metro A

Focolaio Capitale: nella Roma in balia del contagio, il Covid continua a pesare sugli ospedali e ha già paralizzato due municipalizzate come Atac e Ama, con problemi e disagi per trasporti e rifiuti.


CLUSTER AMA La raccolta dei rifiuti è già in crisi dopo l'accertamento di vari focolai tra i dipendenti Ama, in diversi centri di raccolta e autorimesse: sono 55 i positivi e centinaia i colleghi costretti all'isolamento fiduciario, in attesa dell'esito del tampone. Un dato che si riflette drammaticamente sulla raccolta in tutta Roma, ma soprattutto nel quadrante Est, dove si trova l'unico Tmb di proprietà di Ama, a Rocca Cencia.

 


FOCOLAIO IN METRO Un vero e proprio cluster sulla linea A, partito da un contagio familiare e diffusosi tra dipendenti in servizio tra Spagna, Flaminio e Lepanto, ha causato la morte di un agente di stazione. Atac piange la scomparsa di Augusto Angelini, 59 anni, risultato positivo all'inizio di ottobre, aggravatosi nelle ultime due settimane e morto al San Filippo Neri. «Aveva alcune patologie ma non così gravi da far temere il peggio», spiegano i colleghi. Ad oggi, Atac registra 120 dipendenti positivi nonostante il rigido rispetto delle norme anti-contagio. Raggiunto ieri un accordo con Artemisia Lab per i tamponi rapidi ai dipendenti, con l'obiettivo di alleggerire il lavoro delle Asl e favorire il tracciamento dei contatti dei lavoratori.

 


OSPEDALI IN CRISI L'aumento dei casi positivi si riflette ancora una volta sulla pressione ospedaliera. Il San Camillo non accetta più pazienti ordinari per il numero crescente di quelli Covid, ma l'allarme coinvolge anche il Gemelli, il San Filippo Neri, il Sant'Eugenio, il Vannini e il Policlinico Casilino. Procede il piano di riconversione dei posti letto, ma la drammatica scena delle ambulanze ferme nei piazzali all'esterno degli ospedali è destinata a ripetersi nei prossimi giorni.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 4 Novembre 2020, 08:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA