Coronavirus nel Lazio, 210 nuovi casi positivi e 6 morti. A Roma solo 6 nuovi malati

Coronavirus nel Lazio, 210 nuovi casi positivi e 6 morti. A Roma solo 6 nuovi malati

Nel Lazio si registra oggi un incremento di 210 casi risultati positivi al Covid-19. Inoltre, sempre oggi, risultano decedute 6 persone, la metà rispetto a ieri, tutte in età avanzata o affette da patologie pregresse gravi.

Ma aumentano anche i guariti, che salgono di 36 unità arrivando a 200 totali. Mentre sono usciti dalla sorveglianza domiciliare 7.491 persone. Infine, il dato di Roma città è il più basso da inizio settimana con 38 casi. È quanto emerge dal report delle Aziende sanitarie locali del Lazio, reso noto, al termine della task force regionale dei direttori generali della Asl, Aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale pediatrico Bambino Gesù, che si tiene in videoconferenza con l'assessore regionale della Sanità e integrazione sociosanitaria Alessio D'Amato.
 


Ad oggi, in totale, nel Lazio sono risultate positive al Covid-19 2.505 persone. «Oggi registriamo un dato di 210 casi di positività e un trend che si conferma sotto al 10 per cento per il secondo giorno consecutivo - commenta l'assessore D'Amato -. Più del 40 per cento dei casi di oggi sono concentrati nelle province di Frosinone e Rieti (88 casi) e la maggioranza di questi casi è legata ai cluster delle case di riposo e residenze per anziani, mentre il dato di Roma città è il più basso da inizio settimana con 38 casi e per la prima volta ci sono ospedali nella capitale, come il San Giovanni, che nelle ultime 24h non hanno preso in carico nessun paziente positivo al Covid. Questi dati - continua l'assessore - ci dicono che non bisogna abbassare la guardia, dobbiamo assolutamente continuare nelle misure di contenimento e nella più alta sorveglianza delle strutture per anziani che oggi rappresentano la vera frontiera dell'epidemia nella nostra regione. Proseguono i controlli in tutta la regione sulle Case di riposo in collaborazione con le Prefetture. Continuano ad essere in aumento i guariti che nelle ultime 24 ore salgono di 36 unità arrivando a 200 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 7.491 e si dimezzano i decessi che sono 6. Aumentata la rete dei laboratori con Viterbo, l'ospedale San Camillo, l'ospedale San Giovanni e l'Istituto Zooprofilattico per sopperire con scorte autonome alla difficoltà dell'approvvigionamento dei reagenti e dei kit estrattivi. Accordo infine - conclude D'Amato - tra l'ospedale pediatrico Bambino Gesù e il policlinico Umberto I per la gestione in sicurezza dell'oncologia pediatrica».

Nel dettaglio di ogni singola Azienda sanitaria locale e ospedaliera:

la Asl Roma 1 registra 11 nuovi casi positivi al Covid-19. Mentre 787 persone sono uscite dall'isolamento domiciliare. Oggi attivi 20 posti letto Covid al padiglione D dell'Ospedale San Filippo Neri e ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva saranno attivi l'1 aprile.

La Asl Roma 2, invece, registra 10 nuovi casi positivi. Inoltre, è deceduto un uomo di 85 anni al Sant'Eugenio, mentre 16 persone sono uscite dall'isolamento domiciliare. All'ospedale Pertini sono disponibili ulteriori 32 posti letto da lunedì 30 marzo, di cui 10 di terapia intensiva. Intanto è stata svuotata la Casa di Riposo Giovanni XXIII.

Altri 17 casi positivi al Covid-19 sono stati registrati nella Asl Roma 3, la maggior parte riferibili alla comunità religiosa Servi del Cuore Immacolato di Maria. Ma 7 pazienti risultano guariti e 782 persone sono uscite dall'isolamento domiciliare. All'ospedale Grassi si stanno attivando ulteriori 25 posti letto dedicati, di cui 8 di terapia intensiva Covid, operativo da lunedì 30 marzo.

Anche la Asl Roma 4 registra 15 nuovi casi positivi e 3 pazienti guariti. Ma anche 2 uomini morti, di 90 e 84 anni, con patologie pregresse. Mentre 1.036 persone sono uscite dall'isolamento domiciliare.

La Asl Roma 5 registra 16 nuovi casi positivi e 1.146 persone uscite dall'isolamento domiciliare. Da oggi sono disponibili ulteriori 9 posti di terapia intensiva. L'ospedale di Palestrina viene inserito nella rete dedicata a Covid come Spoke sotto la supervisione dell'Istituto Spallanzani per quanto riguarda sicurezza e percorsi. Su Nerola sono stati eseguiti oltre 300 tamponi. Da lunedì in collaborazione con lo Spallanzani verrà messo in atto un programma di monitoraggio.

La Asl Roma 6, invece, registra 23 nuovi casi positivi al Covid-19 e 1 paziente guarito. Ma è deceduto anche un frate trappista di 82 anni con grave patologie pregresse. Intanto, 47 persone sono uscite dall'isolamento domiciliare. All'ospedale dei Castelli saranno attivati ulteriori 70 posti dedicati, ed entro domani saranno disponibili ulteriori 9 posti Covid. Avviate anche verifiche su più della metà delle strutture per anziani del territorio. 

Numeri generali. Sono 2.181 i casi positivi a Covid-19 nella regione Lazio. Di cui 1.063 in isolamento domiciliare, 985 ricoverati non in terapia intensiva, 133 in terapia intensiva. Sono invece 124 i pazienti deceduti e 200 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 2.505 casi. Questi i dati aggiornati nel bollettino della task force della Regione Lazio.
Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Marzo 2020, 17:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA