Pax mafiosa a Roma, chiesto il processo per Salvatore Casamonica e i suoi avvocati

Pax mafiosa a Roma, chiesto il processo per Salvatore Casamonica e i suoi avvocati

La Procura di Roma ha chiesto il processo per Salvatore Casamonica, esponente di spicco dell'omonimo clan, e per due dei suoi legali, che risultano indagati per concorso esterno in associazione mafiosa nell'ambito dell'indagine sulla «pax mafiosa» sul litorale di Roma, nella zona di Ostia.

 

Leggi anche > Roma, rapinano tre supermercati con un'ascia: arrestati due romani

 

I due legali per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio sono Lucia Gargano e Angelo Staniscia. Al centro del procedimento, coordinato dall'aggiunto Ilaria Calò e Giovanni Musarò, un accordo siglato in un ristorante di Grottaferrata, nel dicembre del 2017, a cui partecipò anche Fabrizio Piscitelli, il capo ultras della Lazio più noto come Diabolik, ucciso a Roma il 7 agosto 2019.

 

Per questa vicenda Salvatore Casamonica (che si trova da tempo al 41 bis) e Lucia Gargano, l'anno scorso, erano stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare. L'iscrizione nel registro degli indagati di Angelo Staniscia, in passato difensore di Roberto Spada (esponente di un altro gruppo criminale attivo sul litorale romano), è arrivata nei mesi successivi. L'udienza gup è fissata al prossimo 3 marzo.


Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Febbraio 2021, 23:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA