Colosseo, selfie con i turisti e minacce: «Dacci 150 euro o ti picchiamo». Arrestati tre centurioni

Due sono stati messi ai domiciliari, il terzo è in carcere perché senza fissa dimora e con intenti suicidi

Colosseo, selfie con i turisti e minacce: «Dacci 150 euro o ti picchiamo». Arrestati tre centurioni

Prima invitavano i turisti a farsi un selfie davanti al Colosseo o sui via dei Fori Imperiali, poi chiedevano i soldi. E per chi si rifiutava, arrivavano le minacce. È il quadro ricostruito dagli inquirenti del commissariato Celio, che ha portato all'arresto di tre persone per estorsione aggravata. Si vestivano da centurione o da gladiatore e provavano a estorcere i soldi al malcapitato di turno.

Ucciso a coltellate nel centro di Caltanissetta: Marcello morto a 51 anni. Tre feriti. «La lite per una ragazza» FOTO

Il caso

Due dei tre, di 52 e 49 anni, Massimo Truocchio e Giovanbattista De Santis, sono ora ai domiciliari per ordine del gip Giulia Arcieri mentre un altro, di 44 anni, G.B., è in carcere perché senza fissa dimora e con intenti suicidi, tanto che ne è stata disposta l’assistenza medica e un controllo rigoroso delle sue condizioni di salute. Le indagini sono scattate dopo diverse segnalazioni arrivate dai turisti, truffati con la proposta di scattare una fotografia di fronte al Colosseo.

Un testimone ha raccontato la sua esperienza, 40 euro per una fotografia e le minacce: «Se non ci dai i soldi non ti lasciamo andare e ti picchiamo». Seguite poi da un’altra richiesta di soldi fino a 150 euro, riporta il Corriere della Sera, che l’uomo intimorito dei tre che lo circondavano e lo spintonavano ha subito consegnato prima di allontanarsi con la fidanzata e avvertire le forze dell’ordine. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Novembre 2022, 17:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA