Carolina Crescentini contro Virginia Raggi e l'iniziativa che invita i cittadini a segnalare assembramenti: «Siamo impazziti?»

Carolina Crescentini contro Virginia Raggi e l'iniziativa che invita i cittadini a segnalare assembramenti: «Siamo impazziti?»

«Hai notato un assembramento? Segnalalo al comune». Questa l'iniziativa del comune di Roma per contrastare il coronavirus che però non è piaciuta a tutti, tra questi nemmeno a Carolina Crescentini che sul suo account Twitter polemizza contro la sindaca Virginia Raggi.

Leggi anche > Emergenza coronavirus, la ricetta di Giorgia Meloni: «Soldi subito al Paese che produce. Eliminare burocrazia e vincoli»

Sul sito del Campidoglio è stata segnalata la possibilità di far presente se si notano assembramenti, vietati secondo decreto governativo a causa dell'emergenza per il coronavirus. «Ci sono assembramenti di persone che ritieni in contrasto con le regole dell’emergenza sanitaria? Puoi segnalarli direttamente all’Autorità competente per la vigilanza, tramite il SUS (Sistema Unico di Segnalazione) attivo sul portale istituzionale di Roma Capitale». Questo l'annuncio pubblicato sulla pagina Facebook di Roma Capitale.

Ogni cittadino può segnalare cosa accade per aiutare le autorità a far eseguire la legge. Carolina Crescentini però non è d'accordo e sul suo account Twitter, mostrando il post del comune, afferma: «Ma siamo impazziti?». Probabilmente l'attrice non condivide l'invito del comune ai cittadini a monitorarsi tra di loro e a fare segnalazioni. Alcuni sei suoi follwers si sono detti d'accordo con lei, altri invece contestano la sua polemica sostenendo che gli assembramenti sono vietati ed è compito anche dei cittadini far rispettare le regole per il bene della comunità. 
 

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Marzo 2020, 13:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA