Carabiniere ucciso a Roma, Hjort rinuncia al Riesame e resta in carcere

Carabiniere ucciso a Roma, Hjort rinuncia al Riesame e resta in carcere

Gabriel Christian Natale Hjorth, il giovane californiano accusato di concorso nell'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega assieme all'amico e connazionale Finnigan Lee Elder, rimane in carcere. Il ragazzo ha rinunciato al ricorso davanti al Riesame che avrebbe dovuto valutare questa mattina la richiesta di modifica o revoca della misura cautelare decisa dal gip a fine luglio.

LEGGI ANCHE> Cerciello, impronte di Natale Hjort trovate sul controsoffitto dov'era nascosto il coltello

La decisione dei difensori di Hjorth è legata al fatto che la procura ha depositato soltanto tre giorni fa l'informativa dei carabinieri relativa all'estrapolazione di dati dal cellulare dell'arrestato, attività di indagine che però non è ancora conclusa.

Lunedì 16 Settembre 2019, 12:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA