Capra Libera Tutti, il Santuario che salva e protegge gli animali a due passi da Roma
di Enrico Chillè

Capra Libera Tutti, il Santuario che salva e protegge gli animali a due passi da Roma

Un fenomeno sempre più diffuso, quello dei ‘Santuari’ per animali, che vengono salvati dallo sfruttamento e dalla macellazione per vivere in rifugi sicuri, dove vengono accuditi giorno e notte con attenzione e amore. Ce n’è uno anche a pochi chilometri da Roma: si chiama Capra Libera Tutti, si trova sulla via Salaria nel Comune di Nerola ed è stato realizzato da Massimo Manni, che da sempre lavora con gli animali ma ad un certo punto ha deciso di cambiare radicalmente la sua esistenza facendo una scelta di vita.

 

 

 

Massimo Manni, 47 anni e cresciuto nel quartiere del Nuovo Salario, sin dall’adolescenza ha sempre lavorato con gli animali: prima in un semplice negozio, poi accudendo gli animali nel circo e infine diventando allevatore, proprio nello sconfinato terreno di Nerola dove oggi si trova il Santuario Capra Libera Tutti. Da allevatore, Massimo Manni ha cresciuto e venduto tantissimi animali. Fino al momento in cui si è reso conto che, per lui, fosse eticamente inaccettabile ricavare profitto dallo sfruttamento o, ancora peggio, dalla sofferenza di altri esseri senzienti. Una scelta antispecista, che lo ha portato a rivalutare la sua attività, ad abbracciare uno stile di vita vegano e a tutelare e occuparsi di tantissimi animali. Il Santuario Capra Libera Tutti, costruito cinque anni fa, oggi ospita circa 300 animali di venti specie diverse: da quelli domestici come cani e gatti fino a mucche, capre e pecore, passando per cavalli, maiali, cinghiali, polli, galline, tacchini, pavoni e persino un lama. Kruzco, questo il suo nome, è una delle ‘star’ del Santuario Capra Libera Tutti: un abitante decisamente emblematico, come il gigantesco maiale Pierporco.

 

 

Il Santuario ha una duplice funzione: da un lato quella di salvare animali, dall’altro quella di permettere loro di vivere liberi, in uno spazio ampio e in cui sono loro i veri padroni. Per sostenere il Santuario Capra Libera Tutti, Massimo Manni fa affidamento sulle offerte libere per le visite, che avvenivano in numero ridotto già da prima della pandemia, e sulle donazioni. La sua attività ha però conquistato tantissimi romani di nascita e d’adozione, compresi personaggi famosi. Tra gli ‘amici’ del Santuario Capra Libera Tutti ci sono anche due vegani convinti come il difensore della Roma Chris Smalling e l’attore e comico Claudio Colica, oltre al cantautore Emilio Stella.

 

 

Tra mille difficoltà, Massimo Manni manda avanti il Santuario Capra Libera Tutti, seguitissimo sui social (oltre 118mila fan sulla pagina Facebook e oltre 24mila follower sul suo profilo personale di Instagram). Ogni giorno, con estrema naturalezza e spontaneità, Massimo e i suoi animali pubblicano sugli account social contenuti capaci di far divertire e a volte anche commuovere i tanti follower.

 

Per aiutare il Santuario Capra Libera Tutti è possibile donare nei seguenti modi:
- PAYPAL: capraliberatutti@gmail.com (per evitare trattenute, scegliere la ricarica come "amici e parenti")
- IBAN IT53 Q083 2773 7400 0000 0005 142 intestato a "Santuario Capra Libera Tutti"
- POSTEPAY: numero carta 5333171092129416, intestata a Massimo Manni (codice fiscale MNNMSM73B13H501F)
- DONA UNA ZOLLA: selezionando l'importo a questo link.
- DONAZIONE TRAMITE TEAMING: possibilità di donare un euro al mese iscrivendosi al gruppo a questo link
- MERCHANDISING: si possono acquistare diversi tipi di gadget (t-shirt, felpe, tazze, taccuini e shopper) a questo link 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Aprile 2021, 21:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA