Caos in Campidoglio: passa la mozione a favore degli ambulanti voluta da De Vito, ira del M5S. Bagarre in aula: spinte e insulti: IL VIDEO ESCLUSIVO
di Marco Esposito

Caos in Campidoglio: passa la mozione a favore degli ambulanti voluta da De Vito, ira del M5S. Bagarre in aula: spinte e insulti: IL VIDEO ESCLUSIVO

Caos in Campidoglio. E' successo di tutto nell'aula Giulio Cesare questa sera durante un consiglio comunale di Roma Capitale. Infatti, il presidente d'Aula Marcello De Vito è riuscito a far passare una mozione a sua firma che riprende la legislazione nazionale rispetto al mercato degli ambulanti, andando incontro alle richieste degli ambulanti stessi (che avevano dato vita ad alcune manifestazioni nei giorni scorsi ndr) ma che va contro la linea della maggioranza dei 5 Stelle e della Sindaca Virginia Raggi. 

 

Ma come è potuto accadere che la mozione presentata passasse nonostante la schiacciante maggioranza di cui godono i 5 stelle in Aula Giulio Cesare? Essendo una seconda convocazione, inftti, per il numero legale è bastata la presenza dei sedici consiglieri di opposizione per far sì che la seduta fosse legalmente costituita. 

 

La mossa di De Vito ha scatenato prima un parapiglia in aula Giulio Cesare, con il capogruppo dei cinque Stelle Pacetti che si è andato a sedere sullo scranno del Presidente e con alcuni dei consiglieri pentastellati comunque presenti. Leggo è in grado di documentare cosa è successo in Aula.

 

Video

 

Il Segretario del Pd Roma Andrea Casu ha twittato subito sulla "vittoria delle opposizioni". 

L'ultima pagina del disastro Raggi ha un lieto fine per Roma grazie alla battaglia del @campidoglioPD e a tutti gli eletti che hanno approvato in Aula Giulio Cesare a maggioranza una mozione contro le assurde scelte sugli ambulanti: ora la Sindaca rispetti la Legge e i lavoratori.

 

Dall'altra parte non si è fatta attendere la risposta del pentastellati; sulla pagina Facebook del M5S Roma è arrivata una risposta articolata a quanto successo in Aula con precise accuse al Presidente De Vito. 


Oggi il presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello De Vito, con un sotterfugio, ha atteso che tutti i nostri consiglieri lasciassero l'aula, perché di fatto la seduta era finita. Magicamente sono invece ricomparsi tutti i consiglieri di opposizione, come se qualcuno li avesse chiamati, e De Vito si è fatto approvare una mozione che va contro la linea del M5S e della sindaca. Siamo di fronte alle solite vecchie manovre di palazzo, a cui si presta un'opposizione senza idee. Noi lavoriamo alla luce del sole e nell'interesse di tutti i cittadini, non per difendere gli interessi di pochi. Per questo siamo al fianco del nostro capogruppo, Giuliano Pacetti, che oggi ha difeso le prerogative della nostra maggioranza.

 

Esulta anche la Lega, che chiede le dimissioni dell'assessore al commercio Coia: «Salvati posti di lavoro, in Assemblea capitolina approvata all'unanimità la mozione per la proroga delle concessioni secondo la norma nazionale. Chiediamo subito le dimissioni dell'assessore Coia». Così i consiglieri della Lega Davide Bordoni e Maurizio Politi. «Con la mozione approvata che impegna la sindaca di Roma Virginia Raggi e la giunta ad applicare la norma nazionale sul commercio otteniamo due importanti risultati: la tutela di migliaia di posti di lavoro collegati alle concessioni in essere e la garanzia di un'applicazione integrale e corretta
delle norme a carattere nazionale. Chiediamo subito le dimissioni del neo assessore Coia e che l'Amministrazione comunale proceda al rinnovo delle concessioni», concludono.


Ultimo aggiornamento: Sabato 13 Marzo 2021, 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA