Bimbi accusano la maestra di sostegno: «Maltratta la nostra compagna disabile». La Procura indaga

Roma, bimbi accusano la maestra di sostegno: «Maltratta la nostra compagna disabile». La Procura indaga

I bambini accusano la maestra, e scatta l’indagine della Procura: accade in una scuola di Roma, dove alcuni bambini di quinta elementare hanno raccontato ai genitori di presunte angherie da parte di una maestra di sostegno nei confronti di una loro compagna disabile. I genitori hanno perciò raccontato tutto alle autorità, ed è partita un’indagine per maltrattamenti.

Leggi anche > Crea profilo Instagram per insultare prof e compagni: denunciata una studentessa

Come racconta il quotidiano La Repubblica, secondo quanto detto dai piccoli studenti, quando le insegnanti non ci sono la maestra di sostegno, una 36enne, avrebbe atteggiamenti violenti nei confronti della bambina: insulti, umiliazioni, e anche botte. «Si comporta male con tutti, anche con noi - avrebbero detto i bimbi - Lei è meno fortunata e la maestra dovrebbe proteggerla, invece è cattiva. Le tira calci e pugni sulle mani».

E ancora: «A volte quando sono da sole in classe sentiamo le urla, le dà gli schiaffi se non si lava bene le mani. Lei è nostra amica, le vogliamo bene e ciò che succede non è giusto». La docente respinge però ogni accusa nei suoi confronti. Massimo riserbo per ora sulle indagini: non è stato giustamente reso noto il nome della scuola, ma la dirigente scolastica ha deciso di separare l’alunna disabile dalla maestra, che però esercita ancora nell’istituto. 
Giovedì 17 Ottobre 2019, 10:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA