AstraZeneca, 35enne ricoverata per una trombosi una settimana dopo la prima dose del vaccino

Latina, 35enne ricoverata per una trombosi una settimana dopo la prima dose di Astrazeneca

Una donna di 35 anni, vaccinatasi una settimana fa con la prima dose anti Covid di AstraZeneca, è stata ricoverata in ospedale per una trombosi. È accaduto a Latina: la donna, una operatrice sanitaria, si trova in prognosi riservata al Santa Maria Goretti.

 

Leggi anche > AstraZeneca, a Napoli il 59% dei sanitari diserta il vaccino. Boom di adesioni delle forze dell'ordine

 

A darne notizia è Il Messaggero. La prognosi è riservata ma il dottor Massimo Aiuti, che dirige il reparto di Medicina d'Urgenza, ha spiegato che si tratta di un fatto assolutamente inedito in Italia: «Le condizioni della paziente sono serie, si tratta di un primo caso del genere nel nostro paese, ce ne sono forse una decina in Europa». I medici stanno seguendo costantemente la paziente e hanno inoltrato un'apposita segnalazione all'Aifa. La 35enne aveva accusato, all'inizio, sintomi lievi come l'emicrania, ma dopo una settimana le sue condizioni si sono aggravate ed è stata ricoverata per una trombosi cerebrale.

 

Dalle prime informazioni, un caso così grave sarebbe il primo in Italia e si aggiungerebbe ad una decina di casi simili già accertati in tutta Europa. La 35enne non soffrirebbe di patologie pregresse.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Marzo 2021, 16:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA