Roma, invasione di topi nel quartiere Montesacro. La paura degli abitanti: «Negli ultimi mesi un boom»

di Michela Poi
Cassonetti che traballano. Rumori sospetti nei sacchi della spazzatura. Ombre che sgattaiolano rapide da una parte all'altra della carreggiata. È l'esercito dei topi che - in questo periodo estivo più che mai - sta conquistando le strade di Roma. Un'invasione che si sta manifestando soprattutto in alcuni quartieri, Montesacro in testa. 

Roma, emergenza rifiuti. L'allarme dei medici: «Come una discarica. Invasione di topi, insetti e gabbiani»

Un problema acuito dall'emergenza rifiuti e che riguarda più o meno tutti i quartieri della città. Le segnalazioni più numerose, però, arrivano proprio dai quartieri Talenti/Montesacro/Città Giardino, dove gli abitanti da tempo sono costretti a convivere con questi animali. Ma, in quest'ultimo periodo la situazione sta diventando emergenziale.


Foto inviata da un abitante del quartiere Montesacro 

«Negli ultimi 6 mesi, tornando a casa di sera, in Via Alfredo Panzini ne ho visti tantissimi attraversare la strada», spiega Lorena, che abita nel quartiere. «Non erano topolini di campagna, ma toponi giganti!». «Mi capita spesso di vederne vicino ai cassonetti, ma in questi ultimi mesi c'è stato sicuramente un aumento esponenziale. I raccoglitori dell'umido strabordano e loro si annidano lì. Quando getto l’immondizia sbatto sempre i piedi per spaventarli prima di avvicinarmi», dice Marco. «Quando passo vicino ai cassonetti ho paura», spiega invece Silvia. «Soprattutto quando porto a scuola mia figlia di 4 anni. E se ci mordesse?», spiega. 

Roma, raccolta in tilt a Ostia: spiagge con vista rifiuti. «L’Ama non li ritira»


Foto inviata da un abitante del quartiere Talenti

In effetti i rischi per la salute sono diversi. E c'è chi, come William, ne ha avuto esperienza diretta. «Anni fa proprio in questo quartiere sono stato morso da un topo mentre camminavo. Ho dovuto sottopormi ad antirabbica. Una procedura non banale che dura più di due mesi», spiega. «E' un problema che continua ad esserci e che va risolto», conclude.  Già, perchè la presenza di questi roditori è una piaga non da poco, che può incidere seriamente sulla nostra salute. Come? Vediamolo subito. 

Tiberis, la spiaggia fantasma sul Tevere è solo topi e degrado

MALATTIE TRASMESSE DA TOPI

I roditori e i topi domestici sono portatori di parassiti gravi per la salute, perché sono affetti da una varietà di agenti patogeni che possono essere trasmessi agli esseri umani. Le malattie si attaccano attraverso gli escrementi (che contengono milioni di batteri e virus che si diffondono per contatto con pelle, mucose e apparato respiratorio e causano gravi malattie), di cui Roma è ovviamente piena. 

1. Salmonella: vive nel tratto intestinale degli animali (uomo compreso) e può essere trasmessa attraverso cibi contaminati da feci animali. I cibi pericolosi sono quelli consumati crudi, poichè la cottura degli alimenti abbatte totalmente il rischio di infezione.

2. Peste: è causata dal batterio Yersinia pestis, che ha come ospite le pulci parassite dei roditori (principalmente Xenopsylla cheopis).

3. Leptospirosi: è la malattia europea più pericolosa originata dai roditori. Alcuni dati evidenziano che circa il 26-30% dei topi di fogna sono portatori di Leptospirosi e le possibilità di infettare gli esseri umani aumentano, quando in una determinata zona la popolazione di ratti è molto elevata.

4. Tifo murino: malattia causata da Rickettsia mooseri, trasmessa all’uomo dalla pulce di ratto (Xenopsylla cheopis). Causa febbre, cefalea, dolori ossei, eruzioni cutanee (esantema).

5. Colera: malattia infettiva causata dal virus Vibrio Cholerae. Si manifesta con diarrea, perdita di liquidi, vomito e conseguentemente forte disidratazione. Trasmessa con cibi infettati da feci di Rattus e Mus. Cuocendo gli alimenti il batterio muore.
Domenica 18 Agosto 2019, 09:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA