Roma, cadavere nel Tevere: il corpo è di Alessio Zangrilli, pugile scomparso lo scorso ottobre

Cadavere nel Tevere, il corpo è di Alessio Zangrilli: il pugile scomparso dallo scorso ottobre

Il cadavere trovato questa mattina nel Tevere a Roma, all'altezza del Ponte Duca D'Aosta è di  Alessio Zangrilli, il pugile 35enne scomparso lo scorso 10 ottobre. Da settimane si cercava l'uomo, al punto che la famiglia si era rivolta anche alla trasmissione Chi l'ha Visto, poi questa mattina il ritrovamento di un corpo nel Tevere che solo diverse ore dopo è stato identificato.

Leggi anche > Paola Tonoli, a Storie Italiane: «Poco prima di sparire aveva chiesto informazioni su come cambiare identità»

Dalle prime informazioni, il corpo è stato visto galleggiare nel fiume all'altezza di Ponte Milvio, spinto dalla corrente. Sul posto vigili del fuoco e poliziotti delle volanti e del commissariato Borgo. Dai primi rilievi sul cadavere non sembrano esserci segni di violenza, ma per ora non si esclude nessuna ipotesi sulle motivazioni dei decesso. Alessio era vestito regolarmente e portava con sé i documenti.

Il ritrovamento è avvenuto questa mattina intorno alle 8 dopo diverse segnalazione fatte dai passanti. Richiesto l'intervento al 112 a Roma Nord sono intervenuti i vigili del fuoco con la squadra 9A del Nucleo Sommozzatori assieme agli agenti delle volanti e dei commissariato Borgo e Ponte Milvio della polizia di Stato.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Novembre 2021, 12:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA