A Roma Monteverde: storie di ieri, oggi e domani ambientate dal Gianicolo ai Colli Portuensi

A Roma Monteverde: storie di ieri, oggi e domani ambientate dal Gianicolo ai Colli Portuensi

Un quartiere enorme, densamente popolato e ricco di storia. Dal Gianicolo ai Colli Portuensi, tra vicoli e lunghi viali, patrimoni storici e naturali, è lo scenario ideale per 'A Roma Monteverde', ultimo libro uscito per la collana Roma per sempre (Edizioni della Sera).

 

 

Sul suo territorio c'è villa Pamphilj, ma anche gli esclusivi villini di inizio '900, le case popolari degli anni '30, l'ospedale San Camillo. E i più recenti palazzi e negozi di viale dei Colli Portuensi e via Jenner. Tutto diventa lo scenario di storie ambientate nel passato, nel presente e nel futuro, raccontate da vari autori e raccolte da Ilaria Petrarca. C'è Villa Pamphilj, anche in un futuro distopico in cui il cambiamento climatico l'avrà completamente distrutta. E poi c'è via di Donna Olimpia, piazza San Giovanni di Dio, la circonvallazione Gianicolense, la via che dà il nome al quartiere, via Ozanam, via Fabiola, Villa Sciarra, viale dei Quattro Venti, piazza Cucchi e via Vitellia, la chiesa di Regina Pacis e il teatro Vascello, ai tempi in cui era ancora un cinema.

 

C'è anche la linea, meno netta di un tempo, tra Monteverde vecchio e nuovo, un tempo rispettivamente zone intellettuali e produttive. E quell'ideale confine, tracciato dalla linea del tram 8. Un quartiere così grande ed eterogeneo da rappresentare un ottimo spaccato sociale di tutta Roma.

 

A Roma Monteverde, (a cura di) Ilaria Petrarca, Edizioni della Sera, 112 p., 12 euro

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Aprile 2022, 19:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA