Gianluigi De Palo risponde su Leggo: «Addio all'ora legare. Forse per sempre»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo risponde su Leggo: «Addio all'ora legare. Forse per sempre»

Nel silenzio più assoluto ho letto su alcuni quotidiani una notizia che, per molti di noi avrà il sapore del cambiamento epocale: domenica potrebbe essere l’ultima volta che sposteremo in avanti o indietro di un’ora le lancette dell’orologio. Il parlamento Europeo, infatti, dopo una consultazione pubblica con l'84% dei voti a favore, ha infatti approvato l'abolizione dell'obbligo per i vari Paesi membri di passare da un'ora all'altra due volte all'anno. Ogni Stato sarà quindi chiamato a decidere entro aprile 2021 se adottare per sempre l'ora legale o quella solare. Questo procedimento ha avuto nelle nostre vite un’importanza incredibile. Segnava inesorabilmente l’accorciarsi o l’allungarsi delle giornate, ci ricordava l’alternanza delle stagioni, l’arrivo del freddo o del caldo. Tutto in un gesto meccanico, notturno, prima che arrivasse internet. Un gesto simbolico che portava con sé il sapore delle castagne in autunno e quello delle fragole in primavera. Ci mancherà l’ora solare. O legale? Non l’ho mai capito, ma era bella.


occhidipadre@leggo.it


Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Ottobre 2020, 21:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA