Gianluigi De Palo su Leggo: «La Via Crucis delle famiglie»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «La Via Crucis delle famiglie»

Quest'anno Papa Francesco ha affidato la preparazione dei testi delle meditazioni e delle preghiere per le stazioni della Via Crucis del Venerdì Santo al Colosseo alle famiglie. Non una sola famiglia, ma tante famiglie. Una Via Crucis scritta a più mani, condivisa. Che racconta situazioni reali, senza fronzoli. Situazioni che riguardano ciascuno di noi. Una Via Crucis non edulcorata, non buonista, che non nasconde il dolore, quello vero. Quello di chi perde una moglie o un marito. Quello di chi sente sulla carne le ferite di un male che logora dentro. Quello di chi vive la guerra e la persecuzione. Quello di chi avrebbe voluto una vita con tanti figli, ma si ritrova ad essere zia e zio di molti nipoti. Anche la nostra famiglia ha contribuito in questa narrazione, per questo ne parlo qui. Sarebbe una forzatura non raccontarlo in questa rubrica. Anche noi zoppicanti di famiglia porteremo per un pezzetto quella croce. La porteremo anche per i lettori di Leggo, credenti o non credenti, non importa: siamo comunque un'unica famiglia umana.


occhidipadre@leggo.it


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Aprile 2022, 12:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA