Gigi De Palo su Leggo: «Un sindaco per tutti»
di Gigi De Palo

Gigi De Palo su Leggo: «Un sindaco per tutti»

Ma se per la prima volta il futuro sindaco di Roma fosse una persona appoggiata da tutti i partiti, nessuno escluso? Se per la prima volta si provasse a fare squadra veramente? Se per la prima volta si cercasse una convergenza su ciò che unisce non ciò che divide? Io credo che sarebbe un bellissimo insegnamento per le nuove generazioni. Potrebbe essere un segnale importante in questo tempo così complicato, per far capire ai nostri figli che la politica è importante e ci riguarda tutti.

 

L'altra sera in uno dei tanti talk show serali, ho visto lo sguardo scandalizzato di mio figlio Gabriele, incapace di comprendere la divisione e la conflittualità dei due politici di turno che se le davano di santa ragione. E allora la mia proposta è: cominciamo da Roma, la prossima grande città ad andare ad elezioni, per poi allargare il ragionamento anche a Milano, Torino, Napoli. Non è una questione di nomi, ma di mentalità. Rompiamo lo schema che ci sta imprigionando da troppo tempo. Abbandoniamo le ideologie e riappropriamoci degli ideali, dei sogni, dei progetti, del futuro.
occhidipadre@leggo.it


Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Novembre 2020, 14:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA