Gianluigi De Palo su Leggo: «Dalla pandemia alla guerra. Ma c'è del buono in questo mondo. Ed è giusto preservarlo»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «Dalla pandemia alla guerra. Ma c'è del buono in questo mondo. Ed è giusto preservarlo»

Dopo la pandemia è arrivata la guerra. Siamo passati dagli ospedali ai missili. Da una paura ad un'altra. E mica è facile motivare un figlio alla speranza. Mica è facile mostrargli il sole oltre le nuvole. Dargli un orizzonte di felicità quando tutto sembra terribilmente compromesso. Quando possiamo dire di aver vinto? Durante il primo lockdown ci ripetevano che sarebbe andato tutto bene, ma poi sono arrivate altre ondate e altre varianti. Adesso siamo in guerra senza che nemmeno ce ne rendessimo conto. Ci svegliamo di notte scrollando lo schermo del telefono in attesa di una bella notizia. Ma niente.

 


In questi momenti a casa nostra riguardiamo Il Signore degli Anelli. In una delle ultime scene del film si vede Frodo, l'hobbit che deve distruggere l'anello. È stanco, distrutto, rassegnato. Vorrebbe smetterla di lottare e si domanda il perché di tutto questo dolore, di questa guerra, di questo non senso. Gli risponde Sam, l'amico: «C'è del buono in questo mondo ed è giusto combattere per questo!». Ricordiamocelo. Ricordatemelo quando me lo scordo.
occhidipadre@leggo.it


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Marzo 2022, 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA