Gianluigi De Palo su Leggo: «No all'Italia senza bambini»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «No all'Italia senza bambini»

C'è una sorta di convitato di pietra in ogni scelta politica che dovremmo prendere nei prossimi anni. Un macigno che proviamo a mettere sotto il tappeto, ma che non scompare e con cui dovremo fare i conti. Si tratta della natalità. Ogni anno in Italia nascono sempre meno bambini. Nel 2020 il saldo tra i nuovi nati e i morti è stato di meno ripeto meno - 342mila unità. Nel 2020 abbiamo perso tanti italiani quanto la città di Firenze. Uno pensa: è normale, c'era il Covid. Nel 2021 ne abbiamo persi 309mila, una città come Bari. Per questo insieme ad alcune mamme e papà abbiamo voluto dare vita alla Fondazione per la Natalità che domani a Roma inizierà una due giorni per provare a risvegliare il Paese su questo tema. Cosa può succedere se non facciamo qualcosa? Ne dico solo tre: il crollo del welfare, il crollo del sistema pensionistico e un futuro dove la sanità statale sarà a pagamento. Non basta? Ci aggiungo la tristezza di un'Italia rassegnata e senza bambini.
occhidipadre@leggo.it


Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Maggio 2022, 11:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA